/ SPORT

SPORT | 18 gennaio 2022, 09:00

Calcio, Dellarovere nuovo presidente della Valle Elvo

dellarovere calcio

Calcio, Dellarovere nuovo presidente della Valle Elvo (foto di repertorio)

Il Consiglio Direttivo della Valle Elvo ha scelto all’unanimità il nuovo presidente: si tratta di Guido Dellarovere. La società che da qualche anno è il punto di riferimento calcistico per il territorio dell’Elvo, da Mongrando a Occhieppo, ha recentemente detto addio alla storica guida Vittorio Esposti e dopo il cordoglio per una perdita che sarà impossibile colmare, ha scelto il suo successore, per fare in modo che il progetto della società intrapreso da Esposti possa proseguire nel tempo.

“Sono particolarmente lieto di questa investitura e ringrazio il Consiglio che abbia ritenuto di affidarmi la presidenza di una società giovane ma dalla storia importante che deriva dalle società che l’hanno costituita - commenta il neo presidente - mettendo insieme le forze, le strutture e le progettualità. Succedo ad un uomo che per tutti noi non è stata soltanto una semplice guida, ma molto di più. Un uomo che aveva ben chiara l’importanza dei giovani e del forte potere formativo e aggregativo che una società come la Valle Elvo possiede. Ed è proprio dai giovani che intendo partire con questo nuovo corso: l’obiettivo è quello di proseguire nella crescita del vivaio, con la partecipazione a tutti i campionati, con l’obiettivo di partecipare a sempre maggiori competizioni provinciali e regionali. Non lo nascondo: vogliamo crescere ancora e posizionarci in modo costante fra le prime cinque società calcistiche del Biellese e naturalmente senza dimenticare la prima squadra, che sta facendo bene e che ci piacerebbe vedere sempre più impegnata nella lotta al salto di categoria. Concludo augurando buon lavoro a tutti i tecnici, atleti e i dirigenti che in un periodo non semplice anche per le attività sportive si prodigano quotidianamente per non far mancare nulla ai nostri ragazzi, permettendo loro di potersi allenare in sicurezza, nel rispetto dei protocolli. Se una società cresce è anche grazie alla professionalità e all’amore per il calcio che queste persone destinano al prossimo”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore