/ Fashion

Fashion | 13 gennaio 2022, 09:03

Trapianto di capelli senza rasatura: come funziona in Turchia?

Trapianto di capelli senza rasatura: come funziona in Turchia?

I capelli sono un tratto distintivo della nostra personalità e influenzano il modo di guardarci e di guardare gli altri. È scientificamente provato che una capigliatura folta e sana sia fonte di maggiore autostima.

Ma cosa accade quando si devono fare i conti con una perdita precoce dei capelli?

1. L’intervento di trapianto capillare è l’unica soluzione

Scendere a patti con questa condizione non è affatto facile e spesso si scatenano sentimenti negativi come ansia e disagio sociale. Chi affronta un progressivo diradamento dei propri capelli sperimenta qualsiasi rimedio pur di trovare una soluzione. Tuttavia, l’unica azione efficace e duratura per interromperne il decorso è l’autotrapianto di capelli. L’intervento chirurgico è eseguito da esperti specializzati in tricologia e ha come scopo rinfoltire le aree affette da alopecia, garantendo risultati a lungo termine.

Bene, qual è, allora, la ragione che spinge tanti pazienti a rimandare l’intervento? La necessità di dover radere completamente la testa nel preoperatorio rappresenta un deterrente per i pazienti.

2. La paura di radere la testa prima del trapianto di capelli

Una delle domande che più frequentemente i chirurgi si sentono porre è proprio questa:

“Posso sottopormi all’intervento senza radere completamente i miei capelli?”.

Non sorprende che un uomo, o una donna, si dimostri riluttante: radersi il capo implica rinunciare alla propria privacy, mostrare a chiunque i segni dell’intervento e accettare di stravolgere il proprio aspetto estetico.

Indagini statistiche, condotte presso la clinica del Dott. Serkan Aygın situata a Istanbul, Turchia, dimostrano che il 5 % dei pazienti preferisce sottoporsi a un trapianto di capelli con rasatura parziale a fronte dell’1% che opta per quello completamente senza rasatura.

Pazienti di queste percentuali sono per lo più uomini e donne con i capelli mediamente lunghi che reputano l’esperienza della rasatura traumatica, che potrebbero vivere delle complicazioni sul posto di lavoro o che temono il giudizio altrui.

3. Qual è l’alternativa a un trapianto di capelli con tecnica FUE?

Nonostante sia altamente raccomandabile radere la testa prima dell’intervento, l’evoluzione tecnologica ha portato alla definizione di nuovi protocolli altrettanto validi.

La U-FUE è un’innovativa alternativa alla più nota tecnica FUE – metodo di trapianto capillare avanzato e minimamente invasivo.

In Europa e in America il metodo U-FUE, letteralmente “unshaven Fue” or “undetectable Fue”, rappresenta un’evoluzione nella chirurgia tricologica e offre ai pazienti la possibilità di riappropriarsi dei propri capelli senza dover necessariamente raderli.

Nessuno si accorgerà dell’operazione!

L’esecuzione alla base delle due tecniche di intervento è molto simile: i follicoli sono estratti uno ad uno dall’area donatrice per poi essere reimpiantati nell’area ricevente. A fare la differenza nel corso dell’operazione di tipo U-FUE è proprio la presenza di capelli in entrambe le aree del capo del paziente.

4. La tecnica U-FUE: opzioni di esecuzione

La Turchia si annovera tra i paesi leader per il settore della tricologia, e ancora una volta si conferma all’avanguardia anche per il trapianto di capelli senza radersi la testa.

A seguito di un’attenta visita e valutazione del singolo caso clinico, il medico può optare per un autotrapianto:

- con rasatura parziale

- senza rasatura.

4.1. Autotrapianto di capelli con rasatura parziale


Durante l’intervento il chirurgo procede a radere solo una piccola parte dell’area del sito donatore del paziente che generalmente si colloca in prossimità della nuca o poco più sopra. Anche nota come “rasatura lineare”, presenta uno spessore di circa 2cm e una lunghezza di 10cm e viene resa invisibile dal resto dei capelli che vi ricadono sopra, nascondendola. È imprescindibile, in questo caso, che il paziente abbia cura di mantenere i propri capelli a una lunghezza di circa 8-10cm come minimo.

4.2. Autotrapianto dei capelli senza radersi la testa

Durante l’intervento il chirurgo procede a radere solo una piccola parte dell’area del sito donatore del paziente che generalmente si colloca in prossimità della nuca o poco più sopra. Anche nota come “rasatura lineare”, presenta uno spessore di circa 2cm e una lunghezza di 10cm e viene resa invisibile dal resto dei capelli che vi ricadono sopra, nascondendola. È imprescindibile, in questo caso, che il paziente abbia cura di mantenere i propri capelli a una lunghezza di circa 8-10cm come minimo.

4.2. Autotrapianto dei capelli senza radersi la testa

Durante tutto il corso del trapianto di capelli il chirurgo estrae i follicoli dal sito dell’area donatrice senza tagliare né radere i capelli. La pratica di eseguire il trapianto “unshaved” è comune nei casi in cui il paziente presenta una perdita di capelli moderata e soprattutto limitata a una piccola area del capo o alla regione anteriore. Durante il processo di estrazione, l’équipe utilizza bisturi a punta tonda dal diametro inferiore a 1mm. Una volta inseriti nella pelle vengono ruotati a 360 gradi attorno al singolo follicolo pilifero per permetterne il distacco dagli attaccamenti tissutali. Alla fase di estrazione segue direttamente quella di reimpiantato eseguita con la penna Implanter – anche nota come penna Choi. 

5. Quali sono le principali differenze rispetto alla tecnica FUE?

La tecnica di trapianto capillare U-FUE si distingue dalla FUE standard essenzialmente per tre ragioni:

1. la durata dell’operazione è decisamente maggiore rispetto a quello di un normale trapianto di capelli. La mancata rasatura della testa del paziente implica un grado di difficoltà decisamente più elevato, un ampio numero di implanter e una precisione infallibile che non ammette errori;

2. il numero di unità follicolari impiantabili è nettamente inferiore rispetto a quello contemplato dalla tecnica FUE standard (oltre le 3000 unità);

3. i follicoli prelevati dall’area donatrice non sono conservati in una soluzione liquida ma vengono direttamente trapiantati nell’area ricevente;

4. la condizione di stempiatura del paziente non può essere severa ma anzi deve presentarsi come marginale. Al contrario, nel trapianto di capelli con tecnica FUE spesso i pazienti presentano aree stempiate molto ampie finanche complete nella zona del vertex.

6. Chi può sottoporsi a un trapianto capillare senza rasatura?

La decisione di sottoporsi a un trapianto di questo genere non può essere lasciata al libero arbitrio del paziente. Solo, e soltanto, un medico chirurgo - specializzato in tricologia ed estremamente competente nella pratica di questa specifica tecnica - può determinare la compatibilità di un paziente con l’operazione.

In primis, il medico è tenuto ad effettuare un esame fisico generale che determini la natura, le cause e lo stato di gravità della perdita dei capelli. A seguire, vaglierà le suddette condizioni:

  • numero di innesti necessari per ottenere risultati efficaci e duraturi;

  • numero di unità follicolari estraibili dall’area donatrice;

  • densità di capelli nel sito donatore;

  • stato di salute e stile di vita del paziente;

  • sensibilità al dolore da parte del paziente;

  • aspettative sull’intervento;

  • possibilità di perdita di capelli nel futuro.

Qualora un paziente presenti una situazione di alopecia severa o molto severa, con un’area del vertex completamente danneggiata, il chirurgo non può optare per un trapianto di capelli con tecnica U-FUE e anzi si vaglierà la possibilità di un intervento standard con rasatura totale del capo.

Contrariamente, i migliori candidati per questo tipo di procedura sono coloro che presentano aree marginalmente intaccate dalla calvizie, corrispondenti allo stadio 2 o 3 della scala Hamilton-Norwood.

7. I vantaggi e gli svantaggi

Come in qualsiasi intervento, anche il trapianto di capelli senza rasarsi comporta delle complicazioni da tenere in considerazione. Spetta al chirurgo vagliare tutte le possibili opzioni prima di sottoporre il paziente a qualsiasi procedura. Di seguito una tabella illustrativa e riassuntiva dei vantaggi e svantaggi dell’intervento suddivisi per tipologia.


Rasatura parziale

Senza rasatura

 

  • Vantaggi

 

Assenza di un cambio estetico radicale tutela della propria privacy.

Postoperatorio indolore, crosticine non visibili.

Tempi di recupero più brevi  ritorno immediato al lavoro poco dopo il trattamento.

Assenza di rasatura  aspetto estetico intatto  tutela della propria privacy.

Postoperatorio indolore, crosticine non visibili.

Tempi di recupero più brevi  ritorno immediato al lavoro poco dopo il trattamento.

 

  • Svantaggi

 

Eseguibile solo su pazienti con capelli naturali lunghi.

Numero di unità follicolari reimpiantabili molto ridotto.

Possibili sessioni ripetute nel tempo al fine di risultati ottimali.

Intervallo minimo tra sessioni di 6 mesi.

Costo complessivo più alto della media.

Eseguibile solo su pazienti con capelli naturali lunghi.

Procedura laboriosa e complessa  équipe medica estremamente tecnica ed esperta.

Numero massimo di innesti = 1000 unità follicolari.  densità capillare raggiungibile inferiore.

Innesti trapiantati cadono tra la 2° e 4° settimana.

Costo complessivo più elevato della media.

Rate di successo dipende dalla competenza del chirurgo.

8. Conclusioni

Ricapitolando, l’autotrapianto dei capelli senza rasatura è eseguito da professionisti del settore estremamente competenti e con anni di esperienza alle spalle. L’operazione, particolarmente lunga e laboriosa, si esegue applicando una tecnica nota come U-FUE – “unshaved -FUE”, letteralmente senza rasatura. Grazie a questa procedura avanzata i pazienti possono finalmente affrontare il trapianto dei propri capelli con maggiore serenità non dovendo rinunciare al proprio aspetto fisico abituale né tanto meno alla propria privacy. Tuttavia, è importante affidarsi alle mani di chirurghi esperti e accreditati. I millantatori sono tanti e la fregatura è sempre dietro l’angolo.

La clinica del Dott. Serkan Aygin è uno dei centri d’eccellenza a Istanbul e vi garantisce il massimo supporto, serietà e professionalità.

Se anche voi desiderate dare una svolta alla vostra vita e riappropriarvi dei vostri capelli non esitate a contattarci!

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore