/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 06 dicembre 2021, 17:40

Funivie Oropa, fondi in arrivo da Regione: la soddisfazione di Corradino e Greggio

corradino greggio

Funivie Oropa, fondi in arrivo da Regione: la soddisfazione di Corradino e Greggio

Dopo mesi di intenso lavoro è arrivata la notizia della deliberazione ufficiale da parte della Regione Piemonte dello stanziamento di 2 milioni di euro per gli interventi di revisione per il proseguimento della vita tecnica delle Funivie d’Oropa. Questa decisione presa dall’Amministrazione Regionale con delibera 41-4192 del 26 novembre 2021 rientra nell’Accordo di Programma tra la Regione Piemonte, il comune di Biella e la provincia di Biella siglato lo scorso 23 giugno 2021.

A seguito del protocollo il comune di Biella si impegna a co-finanziare le operazioni con 3 milioni di euro, mentre la regione Piemonte si impegna a coprire finanziariamente i costi previsti con 2 milioni di euro, ora ufficialmente deliberati, di cui un milione disponibile fin da subito. Il Sindaco di Biella Claudio Corradino dichiara: “Come Amministrazione Comunale abbiamo da sempre lavorato per mantenere la piena funzionalità dell’impianto delle funivie di Oropa, è stata una priorità per noi avere la possibilità di dare continuità di vita ad un’opera che garantisce alla conca di Oropa di crescere e diventare sempre più punto di riferimento turistico. L’Amministrazione di Biella fin da subito si è fatta promotrice presso enti pubblici e privati per trovare le risorse finanziarie per l’ammodernamento di questo impianto e renderlo maggiormente rispondente agli attuali standard. Corre l’obbligo di ringraziare tutti gli enti che hanno coadiuvato alla riuscita dell’operazione, in particolare la Regione Piemonte e la Provincia di Biella”.

L’assessore del comune di Biella, Barbara Greggio: “La piena funzionalità dell’impianto funiviario di Oropa è un elemento imprescindibile per lo sviluppo turistico del territorio oltre che tappa importante della Grande Traversata delle Alpi e meta non solo interregionale ma internazionale e crocevia della Alpi. La nomina a Città Alpina dell’anno ci ha spinto a lottare con ancor più vigore per ottenere la copertura dei circa 5 milioni di euro che dovranno garantire la futura operatività dell’impianto. Dunque non posso che essere soddisfatta e felice per il risultato ottenuto e ringrazio la Regione Piemonte per il fondamentale supporto e tutti gli enti che ci hanno creduto insieme a noi”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore