/ CRONACA

CRONACA | 04 dicembre 2021, 08:52

Il braccio al silicone diventa internazionale

Il fatto è riportato ormai anche in famose testate inglesi, americane e francesi, e intanto l'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella annuncia che "Agirà con tutti i possibili mezzi per perseguirlo disciplinarmente"

"L’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella esprime una profonda indignazione e agirà con tutti i possibili mezzi per perseguirlo disciplinarmente"

"L’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella esprime una profonda indignazione e agirà con tutti i possibili mezzi per perseguirlo disciplinarmente"

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella in merito al cinquantenne che si è recato in un centro a Biella per farsi vaccinare con un braccio in silicone (leggi qui).

"Quando abbiamo appreso che un cittadino si era recato preso un centro vaccinale con un arto in silicone abbiamo pensato ad un ennesimo delirante espediente per ottenere il green pass. Quando abbiamo appreso che si trattava di un odontoiatra iscritto al Nostro Ordine Provinciale abbiamo provato uno sdegno profondo. La categoria dei medici e dei dentisti ha dato tanto in questi 2 anni di pandemia occupandosi della domanda di salute dei cittadini con abnegazione e spirito di servizio, mettendo a serio pericolo anche la propria esistenza. Il nostro Codice di Deontologia Medica e il Nostro Giuramento ci impongono di evitare anche al di fuori dell’esercizio della professione ogni atto che leda il decoro e la dignità della professione. Questo atto ha offeso gli operatori del centro vaccinale che lavorano senza pause per consentire alla popolazione di accedere al vaccino, ha offeso tutta la categoria che non si e’ risparmiata durante questa pandemia, ha offeso i colleghi pensionati che con puro spirito di servizio si sono messi a disposizione per aiutare la campagna vaccinale rindossando il camice bianco, ha offeso i pazienti e la società civile".

"Il decreto che impone la vaccinazione dei sanitari - continua la nota - risponde all’esigenza essenziale di protezione della salute collettiva e il rifiuto della vaccinazione procura un innegabile danno ai pazienti. Reputiamo oltraggioso e inaccettabile questo gesto di beffa nei confronti dei vaccinatori, e in qualità di Organi Sussidiari dello Stato è nostro preciso dovere, invece, sottolineare quanto tutto questo sia estremamente offensivo e irrispettoso nei confronti dei sanitari tutti, costantemente impegnati nella lotta contro il Covid, dei cittadini e soprattutto, di tutte le vittime del COVID-19. L’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella esprime una profonda indignazione verso questo esecrabile gesto e agirà con tutti i possibili mezzi per perseguirlo disciplinarmente".

Il consiglio dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore