/ EVENTI

EVENTI | 02 dicembre 2021, 17:09

Grande successo per il convegno “Lingue, identità e migrazioni” organizzato da Su Nuraghe

Nell’immagine, Vescovo e sindaco di Biella al convegno Lingua, Identità, Migrazioni

Nell’immagine, Vescovo e sindaco di Biella al convegno Lingua, Identità, Migrazioni

Nella giornata di sabato 27 novembre 2021, all’Hotel Bugella, si è tenuta la giornata di studio organizzata dal Circolo Culturale Sardo “Su Nuraghe”, aderente alla FASI (Federazione Associazioni Sarde in Italia), sostenuto dalla Fondazione di Sardegna, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Milano e della Città di Biella.

I lavori sono stati aperti dal coro Voci di “Su Nuraghe” con l'Hymnu Sardu Nationale, a cui hanno fatto seguito l’intervento e la benedizione del vescovo di Biella, mons. Roberto Farinella, e il discorso iniziale del primo cittadino di Biella, Claudio Corradino. Il convegno, svoltosi sotto la supervisione scientifica della prof.ssa Chiara Meluzzi, cossatese di nascita e ora ricercatrice all’Università degli Studi di Milano, ha visto l’alternarsi di 17 oratori, tra docenti e giovani studiosi, provenienti da ben 6 diversi paesi europei. Un collegamento Teams ha consentito a due dei relatori di partecipare ai lavori dalla Lituania e dall’Inghilterra, impossibilitati a viaggiare in Italia per le restrizioni legate alla pandemia di Covid-19.

L’intero evento è stato trasmesso in diretta sul canale YouTube di “Su Nuraghe”, dove è stato visualizzato da centinaia di persone, non solo del mondo accademico o di quello scolastico, ma anche da semplici cittadini.

“Un grande successo reso possibile grazie all’unione tra mondo accademico e comunità locale” - ha detto in chiusura la prof.ssa Meluzzi. - “Per me, da Biellese di origine immigrata, è stato un grande onore e un privilegio poter svolgere questo convegno a Biella e aver visto alternarsi le relazioni di altissimo profilo scientifico di maestri, colleghi, amici ed ex-studenti che, nel corso degli anni, hanno collaborato con me. Ma questo è al contempo un punto di arrivo e un punto di partenza per i lavori futuri.”

Il convegno ha poi avuto un’appendice sociale la domenica seguente, 28 novembre, con la visita all’area monumentale di “Nuraghe Chervu” e al Santuario eusebiano di Santa Maria di Oropa coperto dalla prima neve. Conclusione perfetta per un convegno biellese.

Salvatorica Oppes

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore