/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 02 dicembre 2021, 10:20

Candelo e il Ricetto fra i protagonisti del Torino Film Festival, due giornate tra progetti e anteprime filmiche

candelo ricetto

Candelo e il Ricetto fra i protagonisti del Torino Film Festival, due giornate tra progetti e anteprime filmiche

Martedì 30 novembre è stata presentata la Rete Regionale creata da Film Commission Torino Piemonte nel 2017 che ad oggi unisce 60 Comuni in tutta la Regione, rete di cui fa parte anche Candelo, con l’obiettivo di coinvolgere attivamente tutto il territorio nella realizzazione di opere cinematografiche e audiovisive e altri progetti e iniziative culturali nell’ambito cinematografico. La Rete Regionale ha presentato per la prima volta il percorso e i risultati raggiunti grazie a 60 protocolli d’intesa siglati dalla Fondazione con altrettanti comuni della Regione Piemonte, in rappresentanza di tutte le province.

Un progetto nato con l’obiettivo di reperire nuove risorse finanziarie e logistiche a sostegno di film e serie tv e, al contempo, produrre benefici economici, occupazionali e promozionali per i territori coinvolti. Nella giornata di oggi, 1° dicembre, al Cinema Lux 1 di Torino è stato presentato in anteprima assoluta il cortometraggio d'autore realizzato all'interno del borgo medievale candelese.  Il cortometraggio girato a Candelo si intitola "NEVER SAW TRUE BEAUTY TILL THIS NIGHT", REGIA: Enrica Viola. PRODUZIONE: UNA Film, Compagnia blucinQue, Fondazione Cirko Vertigo. Il filmato rientra nel progetto regionale "Ciak! Piemonte che Spettacolo", con 10 cortometraggi nati dalla collaborazione con Fondazione CRT, Film Commission Torino Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo, con l'obiettivo di promuovere le eccellenze del patrimonio storico, architettonico, paesaggistico e i talenti delle performing arts in Piemonte. 

Dieci clip d’autore che nel corso dell’anno hanno trasformato alcuni dei più importanti luoghi-simbolo d’arte e cultura del Piemonte in set cinematografici: dalle OGR al Castello di Govone, da Bene Vagienna nel Cuneese a Villa Caccia a Romagnano Sesia, dal Museo di Scienze Naturali di Torino ai beni della Fondazione Asti Museo, e appunto il Ricetto di Candelo. Un’iniziativa che dà forza al rilancio del territorio anche in chiave turistica e al contempo fa ripartire i comparti dello spettacolo e delle produzioni audiovisive messi a dura prova dalla pandemia.

Per il sindaco Paolo Gelone “è emozionante portare Candelo su un palcoscenico tanto importante, con un progetto che unisce la bellezza dei nostri patrimoni alle arti e alla creatività. Candelo è protagonista di questa rinascita a livello regionale e dobbiamo esserne orgogliosi.” Simone Emma, Responsabile ufficio Cultura, Turismo e Marketing, racconta: “Abbiamo collaborato e partecipato attivamente sia alle fasi preliminari sia alle riprese, ma neppure noi avevamo ancora visto il cortometraggio finito. E’ sicuramente qualcosa di originale, magico e molto poetico, lontano dai soliti schemi dei classici video promozionali, ed è proprio questo il bello del progetto: lasciare spazio alle emozioni, così che l’arte possa colorare e rivitalizzare il territorio, la comunità e gli spazi culturali”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore