/ Circondario

Circondario | 02 dicembre 2021, 07:00

"Troppo poco, male e tardi", Ponderano Merita sul bando dei contributi alle associazioni

"Troppo poco, male e tardi", Ponderano Merita sul bando dei contributi alle associazioni

"Troppo poco, male e tardi", Ponderano Merita sul bando dei contributi alle associazioni

A Ponderano è scontro tra maggioranza e minoranza sul bando contributi alle associazioni. A intervenire sul tema è il Gruppo Consiliare Ponderano Merita – Marco Romano che accusa il sindaco di aver dapprima: "bocciato e criticato la mozione del gruppo, per dopo sei mesi pubblicare un bando “caricatura” con le medesime finalità".

"Era il mese di giugno quando, con una conferenza stampa, il nostro gruppo consiliare Ponderano Merita ha presentato una mozione volta a introdurre un bando per la concessione di contributi a sostegno di associazioni e soggetti che operano sul territorio ponderanese. In quell’occasione il geometra Locca si era intrufolato all’incontro accusando la minoranza di “copiare” il bando da un’iniziativa di un altro comune (come se poi fosse un grave peccato ispirarsi a buone prassi altrui), per poi arrivare a bocciare la mozione in Consiglio Comunale. Ma la memoria di questa amministrazione è fortunatamente corta, o magari semplicemente furbetta, e probabilmente resasi conto che l’idea non era poi così male, con una bella piroetta, sei mesi dopo, ha pubblicato un bando goffamente ispirato al nostro. Ma nel far proprie le iniziative altrui, fregiandosi di meriti che non ha, il Sindaco Locca sarebbe un campione indiscusso, se non volesse metterci del suo e, come sempre, facendo i soliti pasticci. Ed è così che il bando proposto arriva tardi, con una durata lampo, pieno di vincoli e prescrizioni che alla fine temiamo producano l’ennesima vana illusione... degna di questa amministrazione leader nell’organizzazione delle fiere dell’aria fritta".

Immediata la replica del primo cittadino Roberto Locca: "E' una questione di capire le priorità - spiega - . A giugno i soldi dello Stato erano appena arrivati e abbiamo preferito mitigare prima le priorità del disagio delle famiglie. Da agosto ho iniziato a lavorare al bando rivolto alle associazioni. Ho agito semplicemente da buon padre di famiglia, tutto qui".

s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore