/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 30 novembre 2021, 17:30

Raccolta differenziata e pulizia del territorio, ecco i consilgi dei bambini di Cavaglià

Nell’ambito dei progetto “Diamo voce ai bambini”, gli alunni della scuola primaria hanno scritto una ai loro concittadini adulti e ragazzi

A Cavaglià in corso il progetto “Diamo voce ai bambini” - Foto archivio newsbiella.it

A Cavaglià in corso il progetto “Diamo voce ai bambini” - Foto archivio newsbiella.it

Accogliendo con gioia l’invito dell'amministrazione comunale di Cavaglià, gli alunni della scuola primaria del paese, insieme alle loro insegnanti, hanno scritto una lettera rivolta a giovani e adulti con preziosi consigli per salvare il loro paese: ad esempio una raccolta differenziata corretta e non gettare i rifiuti in giro. “L'occasione è stata il progetto di educazione civica Diamo voce ai bambini, – spiega l’assessore Monica Bertolini - che prevede una serie di iniziative che, via via, i bambini presenteranno”.

Ecco cosa hanno scritto i bambini di Cavaglià”: “Cari adulti, cari ragazzi più grandi, cari Cavagliesi, è arrivato il momento di ascoltarci!!! Magari siete un po’ distratti e avete tanti pensieri per la testa: il lavoro, lo studio, la famiglia, noi piccoli che vi facciamo disperare… Basta però!! E’ ora di imparare a differenziare e a buttare correttamente l’immondizia al posto giusto. Quando passeggiamo per le strade o nei boschi vediamo rifiuti abbandonati, mascherine dimenticate ovunque, bottigliette, o anche, semplicemente cartacce… e magari c'è proprio un cestino nei dintorni!!! No! Così non va assolutamente bene!”.

I bambini citano la lotta contro la costruzione di un termovalorizzatore a Cavaglià: “E’ sicuramente una battaglia giusta e importante, lo abbiamo capito anche noi che siamo piccoli e per questo vi ringraziamo, ma non dimentichiamoci di cominciare dalle piccole cose, noi abbiamo bisogno del vostro quotidiano buon esempio! Differenziare è super importante, altrimenti fra qualche decennio saremo sommersi da rifiuti e il nostro futuro …come sarà? Imparare a fare una raccolta differenziata non è poi così difficile: è questione di buon senso e d’abitudine. L’importante è separare bene i singoli elementi e non lasciarsi prendere dalla faciloneria o dalla fretta! Ripassate bene come si fa seriamente a dividere i rifiuti, se volete noi vi aiutiamo perché a scuola lo stiamo già facendo o, perlomeno, ci stiamo provando con tutto il nostro impegno. La suddivisione dei rifiuti può diventare una risorsa per il futuro, per noi che saremo “adulti di domani”, come ci dite sempre. Un piccolo sforzo da parte di tutti porterà a grandissimi risultati”.

“L’UNIONE CHE FA LA FORZA!! - concludono i bambini - Noi siamo convinti che l'educazione civica parta proprio da qui, dall'impegno e dalla volontà di ogni cittadino, di ciascuno di noi! Grazie per l'attenzione, un caloroso saluto, i bambini e gli insegnanti della scuola primaria di Cavaglià”.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore