/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 27 novembre 2021, 11:01

Super Green Pass, Corradino: "Mi auguro che ci sia qualche correzione per non avere ripercussioni economiche"

Il sindaco di Biella in diretta sui social ha toccato diversi argomenti, dal Super Green Pass, all'importanza della vaccinazione, agli eventi natalizi in città, alla polemica sulla serie Zerocalcare

Super Green Pass, Carradino: "Mi auguro che ci sia qualche correzione per non avere ripercussioni economiche"

Super Green Pass, Carradino: "Mi auguro che ci sia qualche correzione per non avere ripercussioni economiche"

Era da mesi che il sindaco di Biella Claudio Corradino non riprendeva la parola in diretta attraverso i social. E lo fa fatto ieri sera, venerdì 26 novembre, partendo dalle novità sui Green Pass. "Non entro nel merito se sia corretto o meno, l'andamento del virus in inverno è diverso rispetto all'estate - ha esordito Corradino - , solo che sono preoccupato perchè la nuove disposizioni potrebbero avere ripercussioni sull'economia cittadina. In inverno riscaldamento dei dehors non sempre è abbastanza per permettere di mangiare fuori alle persone. Mi auguro che qualche correzione venga fatta prima del 6 dicembre, anche se il diritto alla salute viene comunque certamente prima di tutto". 

Il primo cittadino ha poi spiegato le novità per quanto riguarda gli hub, la riapertura di quello di Cossato, ha ricordato gli intrattenimenti natalizi in città annunciando che la prossima settimana torneranno anche il trenino e le giostre. Ha poi fatto cenno alle nuove deleghe dell'assessore e vice sindaco Giacomo Moscarola e alla polemica della serie di Zerocalcare.

"Biella in quel contesto centra pochissimo - ha commentato Corradino - . Si poteva scegliere benissimo un'altra città. In questa storia il tema è la incomunicabilità tra i giovani. E' la società che è strana. Ci si parla attraverso i social. E' una denuncia sociale quella di Zerocalcare". Il primo cittadino difende Biella a testa alta: "La nostra città sta uscendo dalla crisi. C'è sinergia nel territorio per sviluppare turismo. Serve solo un cambio di mentalità, come ho detto tante volte, quello sì. Occorre lavorare molto sulla cultura dell'accoglienza, ma lo stiamo facendo".

s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore