/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 25 novembre 2021, 10:00

Terra biellese e Sardegna, un’amicizia: cultura che continua

terra sardegna

Terra biellese e Sardegna, un’amicizia: cultura che continua

Sabato 27 novembre, con inizio alle 9, il Circolo “Su Nuraghe” di Biella, in collaborazione scientifica con la Università degli Studi di Milano, organizza a Biella il Convegno internazionale Lingua, Identità, Migrazioni presso il Salone dell’Hotel Bugella, in via San Giuseppe Cottolengo, 65. Tra i saluti istituzionali, quello del Vescovo di Biella mons. Roberto Farinella.

“Sono lieto come Vescovo della Chiesa che è in Biella di poter rivolgere un saluto riconoscente e un benvenuto ai partecipanti alla giornata di Studi “LINGUE, IDENTITÀ E MIGRAZIONI - lingua e memoria sarda nel Biellese”, organizzata dall’Associazione Culturale Sarda “Su Nuraghe” di Biella, il prossimo abato 27 novembre. Al cuore di questa giornata, densa di contenuti e di spunti di alto profilo culturale ed antropologico, frutto della collaborazione tra vari Enti e Università agli Studi nazionali ed internazionali, sta l’amicizia antica tra la Terra biellese e la Sardegna che continua, alimentata da oltre un millennio, rinsaldata e rinvigorita nel tempo presente attraverso la continuazione del percorso di fede e di cultura, sulle orme dell’antesignano Sant’Eusebio da Cagliari Patrono del Piemonte. A suggellare quest’amicizia la comune devozione alla Madonna Nera, le cui effigie eusebiane sono conservate precisamente a Oropa, al santuario di Crea (Casale Monferrato) e a Cagliari.

Il tema delle migrazioni, dell’identità e del futuro è uno dei temi ricorrenti dell’insegnamento di Papa Francesco, che ha voluto richiamare l’attenzione della Chiesa e dell’intera società sull’importanza che il nostro futuro non può fare a meno delle diversità e delle relazioni interculturali. Per questo, oggi più che mai, è urgente conoscere le nostre radici e le culture e le identità che hanno contribuito a forgiarle e a far crescere la civiltà di un Popolo. Possa questa giornata favorire e incoraggiare tante altre espressioni culturali a crescere nella conoscenza reciproca e nella capacità di trovare sempre nuove forme di incontro e di dialogo.

Roberto Farinella, Vescovo di Biella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore