/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 novembre 2021, 06:50

Morti sul lavoro, a Biella un solo caso nei primi otto mesi 2021

Il dato è migliore rispetto al 2020 quando sono stati 4

A Biella un solo morto sul lavoro nei primi otto mesi 2021 - Foto archivio newsbiella.it

A Biella un solo morto sul lavoro nei primi otto mesi 2021 - Foto archivio newsbiella.it

La provincia di Biella nella parte bassa della triste classifica dei morti sul lavoro 2021.

Lo rileva, nel periodo gennaio-agosto di quest'anno, l'osservatorio Vega Engineering di Mestre sulla base dei dati ufficiali INAIL degli infortuni avvenuti durante il lavoro, e non negli spostamenti per raggiungerlo o lasciarlo.

Con un solo morto su 72.778 occupati in questo periodo, Biella è al 81° posto della graduatoria a 107 stilata in base al numero di morti ogni milione di occupati: il cosiddetto indice di incidenza sugli occupati, pari a 13,9.

Un positivo ribaltamento di classifica rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso quando Biella era 14°, con 4 morti su 75.029 occupati ed un indice pari a 53,3.

A livello nazionale il dato 2021 dice 620 morti con indice di incidenza medio di 27,1.

“Questa è  una rilevazione preziosa – spiega il Presidente dell’Osservatorio mestrino Mauro Rossato – perché consente di definire  forme e contenuti del dramma delle morti sul lavoro. Fornisce, infatti, un reale e concreto indice di rischio di infortunio mortale rispetto alla popolazione lavorativa. Ad indossare la maglia nera non sono più le province che dominano la classifica dei numeri assoluti, ma quelle che, nonostante il minor numero di vittime, si rivelano con un rischio mortalità più elevato. Come a suggerire che in queste province si potrebbe intervenire in modo maggiormente efficace sul fronte della sicurezza sul lavoro, della prevenzione e della formazione. Quindi siamo convinti che possa diventare un utile strumento di riflessione per tutti coloro che si occupano di sicurezza sul lavoro, dalla politica al tessuto produttivo del Paese”.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore