/ Newsbiella Young

Newsbiella Young | 14 novembre 2021, 07:00

"Leggere significa appassionarsi, scappare dal mondo reale, per tuffarsi in una realtà alternativamente magica "

" Il rapporto con i libri cartacei sta sparendo, senza sapere bene il perché"

Lisa Cominato, 5 A Geometri

Lisa Cominato, 5 A Geometri

"La lettura, una delle mie più grandi passioni, un’attività che ormai i giovani non fanno più o almeno è così per molti. Secondo uno studio condotto nel 2016 è drasticamente calato l’interesse verso i romanzi e i testi in generale, soprattutto fra noi ragazzi, attratti maggiormente dai social o dallo schermo dei propri smartphone. Quei pochi che ancora ritagliano piccoli sprazzi della giornata per leggere, lo fanno attraverso il web con i loro tablet e cellulari. Il rapporto con i libri cartacei sta sparendo, senza sapere bene il perché. Secondo le ricerche, in Italia i dati sono allarmanti: il 62% degli italiani non legge nemmeno un libro all’anno, né cartaceo, né su internet. Molti si nascondono dietro la classica giustificazione “non ho tempo”, oppure “i libri costano troppo, c’è crisi” ... Ma in realtà si sa che non è sempre così. Molti giovani trascorrono gran parte della giornata davanti ai videogiochi, a messaggiare sul telefonino o chattare sui social, dunque perché il tempo da dedicare alla lettura, non si trova mai? Si conoscono i benefici che può donare?".

"Provo a offrire una spiegazione di cosa implica per me leggere e come mi aiuta nella vita di tutti i giorni. Per me significa passatempo, significa rispecchiarsi nei personaggi, significa imparare, ma anche emozionarsi e rendersi partecipi di mondi che possono sembrare lontani eppure così vicini. Questa passione l’ho ereditata dalla mia mamma, anche lei avida lettrice; fin da quando ero piccola, mi leggeva fiabe e favole di ogni genere e tipo, tant’è che ora non posso più fare a meno dei libri, delle immagini e di quelle fotografie vissute e sognate, che oggi appartengono a una passione sempre più importante. Leggere significa appassionarsi, significa scappare dal mondo reale, per tuffarsi in una realtà alternativamente magica e passare del tempo in tutta tranquillità. Quando leggo, la mia mente vola in un altro universo e quasi mi dimentico di quello reale, tanto mi immergo e mi lascio coinvolgere, trasportare, dalle emozioni scatenate tra le righe; il tempo vola e in pochissime ore le pagine da leggere diminuiscono sempre di più ed aumentano quelle già divorate; in un batter d’occhio, il libro è finito e senza accorgermene sono trascorsi parecchi minuti. Per non parlare degli effetti benefici che la lettura mi regala: migliora l’umore, riduce ansia e stress che spesso durante il periodo scolastico non mancano. Leggere ci permette di vivere meglio, arricchisce il nostro vocabolario e la nostra cultura, ci aiuta nella comunicazione. Ecco per me leggere acquista il senso di: “CAPIRE GLI ALTRI, PER CAPIRE ME STESSA”".

Lisa Cominato, 5 A Geometri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore