/ Casa Edilizia

Casa Edilizia | 05 novembre 2021, 08:22

Caldaia a camera aperta

Un altro nome con cui viene conosciuto questo tipo di prodotto è aperta “caldaia a tiraggio naturale“. Il funzionamento della caldaia a camera aperta prevede una apertura frontale attraverso cui viene prelevata l’aria dall’ambiente. In questo modo è possibile far avvenire la combustione del gas e poi scaricare i fumi di questa combustione grazie alla canna fumaria, che li convoglia verso l’esterno dell’edificio. I fumi salgono in maniera naturale perché la canna fumaria è posta in verticale. È importante che questo tipo di caldaia venga sistemata in un punto dove posso ricevere un ricambio d’aria perché, altrimenti, si rischierebbe il pericolo di accumulo di monossido di carbonio all’interno dei locali dove è funzionante.

Difatti è importante stare attenti per non rischiare la sicurezza delle persone e controllare che ci siano delle prese d’aria che colleghino con l’esterno. C’è da sottolineare che esistono dei dispositivi di sicurezza e tutte le caldaie tendono ad avere un blocco quando qualcosa non funziona come dovrebbe.

La caldaia a camera aperta ha sicuramente dei costi inferiori alle caldaie a tiraggio forzato e non deve essere installata in zone come la camera da letto o il bagno. Ma, visto che dal 2015 in generale, grazie alle direttive europee, vengono spinte le caldaie a condensazione è lecito chiedersi se ad oggi c’è ancora un mercato per quanto riguarda la vendita e gli acquisti della caldaia a camera aperta. In realtà le cose di produzione hanno smesso di produrre dal 2018, perciò è possibile acquistarle solo in base a giacenze di magazzino o prodotte in paesi al di fuori dell’Europa.


Caldaia a camera aperta: quali sono i pregi


Sicuramente è ancora possibile acquistare una caldaia a camera aperta e anche ad ottimi prezzi, ma essendo poco reperibili si rischia di sbilanciarsi e comprare dei prodotti che non sono certificati garantiti da standard europei elevati.

Sei proprio desideriamo possedere una caldaia a camera aperta o magari è la soluzione migliore alle nostre esigenze sarà meglio rivolgersi a una ditta specializzata e consultarsi con un professionista del settore che ci possa guidare all’acquisto e alla installazione del prodotto, sempre assicurandosi di vivere in un’abitazione consono alla sua presenza. Questo anche nel caso ne possedessimo una e decidessimo di sostituirla con un’altra tipologia. Ovviamente a quel punto si verrà indirizzati su una caldaia a condensazione che risulta la migliore in circolazione e oltretutto si potrà avere anche la fortuna di avvantaggiarsi degli incentivi fiscali previsti dalla legge.

Questo perché comunque ha un’efficienza più elevata, genera meno inquinamento e si rivela estremamente più sicura.

I professionisti a cui ci si dovrà rivolger e devono accertare che ci sia una compatibilità con gli attacchi, perché nel caso se abitasse in edifici plurifamiliari che hanno canne fumarie collettive e ramificate, non è possibile andare ad installare una caldaia a condensazione. Nel caso invece si ritenesse opportuno mantenere una caldaia a camera aperta è importante continuare a fare tutti i controlli di manutenzione ordinaria previsti e che vengono suggeriti all’interno del libretto del dispositivo della caldaia.



Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore