/ CRONACA

CRONACA | 27 ottobre 2021, 13:00

Omicidio Stefano Leo, 30 anni in appello per Said VIDEO

La mamma del ragazzo ucciso ai Murazzi: “Accolta la nostra richiesta di giustizia”.

omicidio leo

Omicidio Stefano Leo, 30 anni in appello per Said

Trent’anni di carcere per Said Mechaquat, autore dell’omicidio di Stefano Leo, il ragazzo di 33 anni ucciso con una coltellata alla gola nel febbraio 2019 mentre percorreva a piedi i Murazzi.

Stamattina la Corte d’Assise d’Appello di Torino ha confermato la sentenza di primo grado, respingendo le richieste della difesa di disporre una nuova perizia psichiatrica e riconoscere all’assassino, che si era costituito un mese dopo l’omicidio, le attenuanti generiche.

“La nostra richiesta di giustizia è stata accolta, anche se poi rimane la tragedia che sappiamo”, ha commentato Mariagrazia Chiri, madre della vittima, che ha poi aggiunto: “Era quello che speravamo, abbiamo avuto conferma che la giustizia ha fatto il corso che doveva fare”.

Deluso Basilio Foti, che assiste Said. “In uno Stato di diritto è la giustizia che prevede le attenuanti. In questa storia c’è un prima terrificante e un dopo in cui Said è stato corretto e si è costituito, bisognava tenere conto. Fosse stato sano di testa - ha concluso il legale - Said avrebbe superato il momento e sarebbe ripartito in un’altra città, invece ha deciso di andare dai carabinieri”.

Dal corrispondente di Torino - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore