/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 ottobre 2021, 12:30

Cossato ricorda Elio Panozzo a teatro: “Dai racconti di ognuno traspare la sua grandezza in ogni campo” FOTO

Diversi gli interventi condivisi sul palco: dal sindaco Moggio, passando per l’Anpi e il sindacato fino agli ex primi cittadini di Cossato.

cossato panozzo

Cossato ricorda Elio Panozzo a teatro: “Dai racconti di ognuno traspare la sua grandezza in ogni campo” (foto di Studio Fighera per newsbiella.it)

A quasi un anno dalla scomparsa, la comunità di Cossato ha ricordato Elio Panozzo, scomparso all’età di 94 anni. Venerdì, al Teatro comunale, si è tenuta una giornata di vera condivisione con il racconto di chi l’ha conosciuto in vita. Partigiano e sindacalista, Panozzo è stato una figura storica del Pci e della Cgil e primo cittadino di Cossato dal 1978 al 1989. In seguito, si è impegnato nel volontariato e ha viaggiato nell’ex Jugoslavia, portando assistenza e aiuti nella guerra civile. Dal 2003 è stato responsabile dell’Anpi Cossato-Vallestrona.

Diversi gli interventi che si sono alternati sul palco: a prendere la parola, ricordando ogni singolo aspetto della vita di Panozzo, il sindaco Enrico Moggio insieme all’assessore Pier Ercole Colombo e gli ex primi cittadini di Cossato Sergio Scaramal, Ermanno Bianchetto e Claudio Corradino. Poi è stato il turno di altre personalità come il presidente dell'Anpi Biella Gianni Chiorino, Riccardo Ferro e Elena Cola dell’Anpi Cossato, Rita De Lima e Fabrizio Cavalotti per il Pd Biella e Cossato, l’ex sindacalista Renzo Giardino, il docente Giuseppe Paschetto, l’autrice del libro Ce la metterò tutta Silvia Delzoppo, Carlo Ferrero dell’associazione Aiuti Umanitari del Biellese e l’ex parlamentare Wilmer Ronzani: tutti interventi appassionati e precisi che hanno saputo commuovere la platea e i familiari del compianto sindaco, presenti con la moglie Silvia, i figli e i nipoti.

Toccante, infine, l’esibizione al violino di Bella Ciao, a conclusione dell’evento. “Ciò che traspare dai ricordi e aneddoti di ognuno è la grandezza di Elio Panozzo – commenta Ferro – Si è sempre distinto in qualunque campo: sindacato, associazionismo, volontariato, amministrazione. Ha sempre dato tutto sé stesso, svolgendo ogni compito con dedizione e impegno. Siamo contenti di questa manifestazione e del grande affetto dimostrato in teatro”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore