/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 ottobre 2021, 06:50

Corse cancellate, bus che lasciano a terra studenti, e genitori e figli sono sull'orlo di una crisi di nervi

A Biella è caos trasporti per gli studenti all'uscita da scuola. Per Atap la situazione è l'effetto di una serie di concause che sta comunque monitorando. Ferraris: "Il nostro obiettivo è non lasciare nessuno a piedi"

E' caos trasporti

E' caos trasporti

<Mia figlia dalla ludeca alla standa bus ok, dopodiché il vuoto. È arrivata a casa alle 15, accompagnata a casa da un altro genitore! Stiamo pagando a vuoto un servizio! I ragazzi che non sanno che pesci (bus) pigliare e noi genitori che dobbiamo mollare tutto per accompagnarli o andarli a recuperare>, <Oggi alle 13,25 alla terza fermata di Città Studi l'autista del Giro Scuole D ha proseguito senza caricare facendo segno che non avrebbe fatto la fermata per capienza massima superata, lasciando a piedi una decina di studenti. Non se ne viene a capo>, <Oggi hanno soppresso 29 corse per mancanza di personale. E mio figlio deve arrivare a Trivero. Quando tutto va bene impiega 1 ora e mezza>. Sono i messaggi di genitori disperati che da un giorno all'altro cercano di capire a che ora devono portare o andare a prendere i ragazzi. Una situazione che ogni giorno diventa sempre più complessa da gestire, e per chi abita nei comuni al di fuori di Biella e Cossato, <la soppressione di anche una sola corsa può significare aspettare il pullman successivo per 2/3 ore>.

La domanda se il servizio migliorerà non trova purtroppo un'immediata risposta. Sono infatti diverse la cause di questa situazione che Atap sta monitorando con attenzione, e alla quale Atap sta cercando di dare una soluzione. La scelta da parte di alcune scuole di modificare l'orario rispetto a quello in vigore a inizio anno non ha per esempio aiutato. <Il problema è che prima di tutto gli orari delle scuole sono in ordine sparso- commenta il presidente di Atap Vincenzo Ferraris - . In estate si era deciso di fare ore da 60 minuti e il servizio è stato organizzato sulla base di quell'orario. Ma in questi giorni qualcuno ha cambiato. Poi c'è la questione Green Pass, non tutti gli autisti sono in regola, alcuni fanno tamponi ogni 2 giorni e non ne abbiamo così tanti per supplire tutte le mancanze che sappiamo purtroppo all'ultimo. E poi c'è anche la questione del Liceo Sella che adesso è tutto al mattino, con un orario nuovo, diviso su più sedi. In ogni caso stiamo lavorando continuamente per fare correzioni e il nostro obiettivo e non lasciare nessuno a piedi. Ma è chiaro che devo fare attenzione a non lasciare giù dal bus chi esce dopo, piuttosto che quelli che escono prima>. 

s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore