/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 19 ottobre 2021, 18:00

Il Cammino di Oropa in un servizio Mediaset di Beppe Gandolfo

Storico giornalista di Mediaset, corrispondente dal Piemonte e dalla Val d’Aosta, ha recentemente realizzato un servizio su uno dei cammini più significativi d’Italia: il Cammino di Oropa: “In quanto a bellezza non abbiamo nulla da invidiare ai Cammini più famosi”.

gandolfo oropa

Il Cammino di Oropa in un servizio Mediaset di Beppe Gandolfo

Una vetrina privilegiata quella di Studio Aperto Mag, trasmissione condotta da Gandolfo, per il servizio di sei minuti dedicato al Cammino di Oropa. A ricordarlo lo stesso giornalista che, in diretta sulla nostra testata, durante un’intervista dedicata al concorso ‘+Bellezza in Valle’ si è soffermato su quanto sia rimasto entusiasta del nostro territorio.

“Ho seguito personalmente il progetto – racconta Gandolfo –prendendo contatto con Alberto Conte, l’ideatore del Cammino che mi ha aiutato a programmare la giornata. Siamo partiti la mattina da Santhià verso Roppolo, dove abbiamo visitato il castello e ammirato la vista sul lago di Viverone. Successivamente, ci siamo diretti verso Magnano e abbiamo incontrato una ragazza di Chicago, la prima americana a percorrere il Cammino di Oropa”.

Beppe ha poi proseguito il suo viaggio facendo tappa al Santuario di Graglia e, infine, a Oropa: “Arrivati alla meta abbiamo incontrato e intervistato il rettore Don Michele Berchi che ci ha accompagnato nella vecchia Basilica per incontrare la Madonna Nera. La mia sensazione è stata di un grande abbraccio da parte delle Alpi biellesi, come se fossi un amico o un parente”.

Professionalità, passione e fede, questo è il mix che il giornalista porta sul campo quando affronta una tematica a lui cara come quella dei Cammini, la cui importanza è forse troppo sottovalutata nel nostro Paese: “In passato ho anche percorso il cammino di Santiago – prosegue Gandolfo – e in quanto a bellezza non abbiamo nulla da invidiare. Quello che ci manca è la valorizzazione; qui se non conosci bene il percorso o non sei guidato rischi di dormire sotto un albero o di non mangiare”.

E conclude: “I Cammini in Italia hanno un’importanza storica elevata e meritano di essere valorizzati, basti pensare alla Via Francigena che conduce direttamente al Vaticano. Rappresentano una possibilità di crescita per delle vere e proprie economie in grado di dare linfa vitale ad un’intera regione”.

Redazione mi. be.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore