/ EVENTI

EVENTI | 16 ottobre 2021, 08:00

I consigli Outdoor di ATL, Biella Piano e Biella Piazzo

Alla scoperta di Biella: dal centro storico del piano a quello del Piazzo

I consigli di Atl

I consigli di Atl

 

 

L'itinerario pedonale parte dalla Piazza del Duomo, nel cuore di Biella Piano. Qui possiamo ammirare la Cattedrale di S. Stefano (Duomo), il Battistero romanico e il Campanile di S. Stefano, anch'esso romanico, residuo della precedente Chiesa di S. Stefano abbattuta nel 1872. Alle spalle del Duomo, affacciata sulla centralissima Via Italia, via dello shopping e delle passeggiate in città, la Chiesa della Trinità.

Dalla Piazza del Duomo, pochi minuti a piedi conducono alla panoramica funicolare che unisce Biella Piano a Biella piazzo, il borgo medievale cittadino. L'uscita della Funicolare ci conduce in Piazza Cucco, dove si può ammirare la pregevole Casa su travi in legno, di epoca tardo medievale, e casa Vialardi, costruita nel 1300, oggi istituto scolastico. Svoltando a destra, dopo aver attraversato la Porta della Torrazza (detta anche Porta di Oropa) si raggiunge un punto panoramico sulla città. Svoltando a sinistra, ci si dirige invece verso il cuore del borgo, Piazza Cisterna, su cui si affaccia Palazzo Cisterna e, nell'omonima piazzetta sul lato sud-est, la Chiesa di San Giacomo. Proseguendo, la Piazza si apre su Corso del Piazzo, fiancheggiato da maestose dimore nobiliari: Palazzo Gromo Losa, Palazzo La Marmora e Palazzo Ferrero. In fondo alla via, l'ex Convento di San Domenico, oggi dimora privata.

A questo punto si può scegliere di rientrare dalla Costa del Vernato, lungo la quale si incontrerà l'antica Casa della Sindone, oppure di tornare sui propri passi per poi imboccare la Costa di San Sebastiano, che, attraverso l'imponente porta di Ghiara, in pochi minuti riporta a Biella Piano. La costa raggiunge il Piano proprio di fronte alla Chiesa di San Sebastiano, gioiello rinascimentale nel cui chiostro ha sede il Museo del Territorio biellese. Da qui si raggiunge Piazza La Marmora, dedicata al fondatore dell'ordine dei Bersaglieri, celebrati dalla statua posizionata al centro della rotonda. Imbocchiamo Via Gramsci e svoltiamo a sinistra in Via Garibaldi: qui incontriamo al numero 9 lo Spazio Cultura della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, spazio dedicato alle mostre temporanee, e in Via Seminari il museo d’impresa della Fondazione Fila, visitabile su prenotazione.  Siamo tornati in Piazza Duomo, punto di partenza del nostro itinerario. La costa del Piazzo, anticamente detta Costa d'Andorno – da qui il nome della Porta situata lungo il percorso - e la Costa delle Noci, sono due itinerari alternativi per rientrare a piedi a Biella Piano. In auto sarà poi possibile raggiungere altre due spazi culturali collocati a poca distanza dal centro storico: il Museo degli Alpini e Palazzo Boglietti, spazio eventi che ospita mostra temporanee. 

Cosa visitare:

Museo del Territorio: Il complesso di San Sebastiano, in stile lombardo bramantesco, fu voluto da Sebastiano Ferrero, figura chiave del Rinascimento biellese che lega questo luogo ai siti museali di Palazzo La Marmora, del Ricetto di Candelo e del Palazzo dei Principi di Masserano.

Palazzo Ferrero: Costruito tra il XV e il XVI secolo dalla famiglia Ferrero, faceva parte di un'unica proprietà con Palazzo La Marmora, la Chiesa di San Sudario e casa Braja. Dal 1833 passa ai La Marmora e cambia più destinazioni d'uso: sede degli uffici dell'Intendenza, fabbrica di tessuti e tintoria, stabilimento idroterapico, caserma.

Palazzo Lamarmora: Palazzo La Marmora, inserito nel borgo storico del Piazzo, è una Casa Museo modellata dalle 17 generazioni dei Ferrero della Marmora, oggi Mori Ubaldini degli Alberti La Marmora. Gli arredi e i quadri testimoniano sia le vicende della famiglia, sia aspetti della storia, dell’arte e dei costumi delle varie epoche.

https://www.atl.biella.it/

 

informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore