AL DIRETTORE - 13 ottobre 2021, 14:20

"Spero si ritorni presto a scuola con un orario normale" Le preoccupazioni di una mamma

"Spero si ritorni presto a scuola con un orario normale" Le preoccupazioni di una mamma

Buongiorno,

sono la mamma di un ragazzo che frequenta il biennio del Liceo Scientifico Scienze Applicate presso l'Istituto ITIS "Quintino Sella" di Biella e volevo esprimere la mia preoccupazione per il fatto che i ragazzi che frequentano questa scuola continuano a perdere ogni giorno ore di lezione a causa del prorogarsi "dell'orario provvisorio" che prevede lezioni da 45 minuti anziché 60. In base a quanto dichiarato sul sito internet dell'Istituto, questa situazione dovrebbe durare solo fino al 15 ottobre ma la sensazione che traspare (anche in base alle risposte sempre molto cortesi ma con esito incerto che riceviamo dalla segreteria didattica) è che potrebbe prorogarsi per ancora più tempo e, se fosse vero, sicuramente sarebbe molto dannoso per i nostri ragazzi.

In pratica, dall'inizio dell'anno scolastico le lezioni hanno una durata di 45 minuti anziché 60 ma il numero delle lezioni giornaliere è rimasto invariato. Questo comporta che, da circa un mese, i nostri ragazzi stanno perdendo più di 6 ore e mezza di insegnamento a settimana (più del 20% di lezioni perse). È come se andassero a scuola un giorno in meno a settimana rispetto ai loro coetanei che frequentano gli altri Istituti scientifici. Oltretutto, essendo una scuola molto grande ed a più piani, molto spesso le lezioni si riducono a poco più di una mezzoretta con i poveri professori che, dopo aver corso su e giù  per passare da una classe ad un'altra, si dimenano tra appello, incombenze da svolgersi per il covid e la lezione che devono riuscire a portare a termine nel poco tempo che rimane.

In alcuni giorni inoltre, le lezioni iniziano alle 08.00 e finiscono addirittura alle 11.00, con la conseguenza che i ragazzi rimangono necessariamente a bighellonare fuori da scuola fino alle 12.30 in attesa che arrivi il primo autobus...Quando ho iscritto mio figlio all'Itis, l'ho fatto con la convinzione maturata dopo gli open day,  che fosse una scuola molto simile ad un campus, una scuola che voleva i ragazzi presenti anche tutta la giornata, con tante attività organizzate anche al pomeriggio.. Ora invece ci ritroviamo ad essere la scuola con meno ore rispetto a tutte.

Infatti, se è vero che anche in altri licei scientifici le ore sono da 45- 50 minuti, vengono comunque organizzati degli "sportelli" al pomeriggio (in aggiunta alle ore "normali") in cui i professori hanno la possibilità di approfondire le materie e i ragazzi di recuperare se non hanno capito un argomento oppure di esercitarsi di più...In altri Istituti, come ad esempio al liceo Cossatese, sono previste ore aggiuntive di rafforzamento nella maggior parte delle materie. Noi genitori, anche se con grandi dubbi e paure, abbiamo deciso di vaccinare i nostri figli con la speranza di poterli finalmente far tornare a vivere "la normalità" dopo un periodo buio e travagliato di quasi due anni e far rivivere loro la scuola nella propria completezza.

Ciò che mi auspico, quindi, è che tutta la Dirigenza scolastica di cui ho molta stima, faccia ogni sforzo per far ritornare al più presto la scuola all'orario previsto.

Lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:

SU