ATTUALITÀ - 20 settembre 2021, 08:30

Treni, i pendolari biellesi chiedono un incontro

La lettera inviata alle istituzioni locali, regionali e nazionali riguarda la programmazione del servizio diretto Biella-Torino, il ripristino di corse sulla Novara-Biella-Santhià, e l'elettrificazione Biella-Novara.

I pendolari biellesi chiedono incontro con istituzioni locali, regionali e nazionali - Foto archivio newsbiella.it

I pendolari biellesi chiedono incontro con istituzioni locali, regionali e nazionali - Foto archivio newsbiella.it

L'Assessore Regionale ai Trasporti Marco Gabusi, il Direttore Agenzia Mobilità Piemontese Cesare Paonessa, il Viceministro Sviluppo Economico Gilberto Pichetto Fratin, il Consigliere Regionale Michele Mosca, membro della commissione trasporti, il Sindaco di Biella Claudio Corradino, il Presidente della Provincia Biella Gianluca Foglia Barbisin, e Giancarlo Lacchia dell'area infrastrutture dell'Unione Industriale Biellese.

Questi i destinatari della lettera inviata dall’Associazione Pendolari e Trasporti Biellesi, in condivisione con il “Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile” ed il Gruppo Ferrovie Biellesi, a cui è stato chiesto un incontro in merito al servizio ferroviario biellese, in particolare sulla programmazione servizio diretto Torino-Biella, ripristino del servizio ferroviario pre-Covid, l'elettrificazione Biella-Novara.

In merito al primo argomento, le associazioni chiedono una definizione congiunta dei servizi diretti da attivarsi sulla base della proposta di esercizio presentata unitariamente dal Tavolo Trasporti Biellese presso l'UIB il 3 giungo 2020. I lavori di elettrificazione sono in fase conclusiva (4/5 mesi al termine): a parere dei richiedenti si rende assolutamente necessaria una costruzione partecipata del modello di esercizio con i viaggiatori ed il territorio, e con tempistiche strette prima dell’attivazione del servizio stesso.

Quanto al ripristino del servizio ferroviario pre-Covid, la richiesta è la condivisione dei passi e delle tempistiche per il ripristino dei servizi ad oggi ancora sospesi: sia in settimana in fascia mattutina su Biella Santhià; che, in particolare, nei fine settimana su entrambe le linee biellesi, ove si registra una contrazione del servizio di oltre il 50% rispetto al periodo pre-covid. Richiesta finalizzata a rendere nuovamente appetibile il servizio, oggi non più sostenibile, sia per i pendolari che a livello turistico. Con la ripresa delle scuola, le associazioni  hanno riscontrato  criticità in particolare per la mancanza del treno di rinforzo Biella-Santhià alle 7:20, e la mancanza dei servizi al sabato mattina e alla domenica sera per studenti che operano fuori sede.

Elettrificazione Biella-Novara: per le associazioni sono necessari la condivisione dei passi progettuali per finanziamento da parte Mims-Rfi, e il superamento dell’attuale situazione di stallo e contenzioso con il vettore, in corso dal 1° gennaio 2020, relativa al servizio Servizio Ferroviario Regionale. Situazione ulteriormente procastinata con la determina regionale generale n° 367 del 30 giugno 2021 dell’Agenzia della Mobilità Piemontese, che estende, fino a data di sottoscrizione del contratto di servizio ferroviario di lunga durata SFR, l’espletazione, con provvedimento di emergenza ed imposizione a Trenitalia, del Servizio Ferroviario Regionale con i soli servizi minimi attuali.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

SU