/ CRONACA

CRONACA | 17 settembre 2021, 15:49

Condannato ad un anno e sei mesi ex consulente della Serralunga srl

Per un decennio l'uomo aveva sottratto all'azienda in cui lavorava almeno 1milione di euro

Condannato ad un anno e sei mesi ex consulente della Serralunga srl

La Sezione Penale del Tribunale di Biella ha condannato, a seguito di giudizio abbreviato, per il reato di appropriazione indebita aggravata un ex consulente della società Serralunga s.r.l., F.V., alla pena di un anno e sei mesi di reclusione ed al risarcimento di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali da quantificarsi in sede civile.

In particolare, il Giudice del Tribunale di Biella ha stabilito che l'uomo, storico consulente della società con l'incarico di occuparsi della tesoreria, della contabilità e dei rapporti con le banche, improvvisamente dimessosi nel 2017 a seguito di apparenti motivi di salute, si è appropriato indebitamente nel corso degli anni, almeno dal 2007, di una cifra complessiva superiore ad 1 milione di Euro delle casse sociali, mediante diverse modalità fraudolente e con successivi artifici contabili che generavano uno scollamento tra le risultanze contabili e la realtà dei fatti.  

 

Come si legge nelle motivazioni della sentenza, 'La gravità oggettiva del reato è notevole essendosi protratta per oltre un decenniosi è trattato di una scaltra e spregiudicata manovra professionalmente architettata e condotta dal prevenuto, che ha cagionato alla parte civile un danno eccezionalmente rilevante', ed infatti le sue condotte hanno causato alla storica società di Biella importanti problematiche aziendali negli ultimi anni.

 

“Sono sollevato del fatto che finalmente sia stata fatta luce su una vicenda che ha pesato enormemente sulla nostra attività in termini di perdita di fatturato, marchio e riduzione del personale – afferma Marco Serralunga, amministratore delegato dell’azienda -. Ora possiamo guardare al futuro con più ottimismo: la nostra è un’azienda che, da due secoli a Biella, porta la passione per il design e la creatività italiana in tutto il mondo. E continueremo a farlo”.

c.s. UBI - cc

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore