/ AL DIRETTORE

AL DIRETTORE | 16 settembre 2021, 14:11

"Mai a Lessona si era arrivati ad un simile pasticcio provocato da chi si candidava Sindaco" Un lettore scrive

"Mai a Lessona si era arrivati ad un simile pasticcio provocato da chi si candidava Sindaco" Un lettore scrive

Spett.le Redazione,

Buongiorno a tutti, vorrei rubare un po’ di spazio a questo giornale: mi firmo ma non parlo solo a mio nome ma anche per i tanti amici e amiche, conoscenti, compaesani che hanno condiviso questi pensieri.

Siamo sconcertati e ci sentiamo presi in giro dopo quello che è successo la settimana scorsa nel nostro paese, Lessona…quasi tremila abitanti…, in relazione alle prossime elezioni Amministrative del 3 e 4 Ottobre: si sostiene infatti che il Segretario Comunale non avrebbe consentito di presentare in tempo una lista di candidati per una serie di errori, corretti poi in parte, per un ritardo di 7(?) minuti sull’orario di scadenza previsto per legge. L’abbiamo letto sui giornali.

La lista non era novizia ma si presentava da tre legislature, anche se aveva cambiato il simbolo (quale?).  Sono cambiate le regole? Non credo. Ma se il candidato Sindaco e se non lui eventualmente i suoi compagni di lista ( che non si sa chi siano…) si è presentato la prima volta con i documenti necessari in Comune Sabato solo a mezz’ora dal suono del gong tenendo presente che la lista poteva già essere presentata nel giorno precedente, Venerdì 3 dalle 8 alle 20, sarà mica colpa del Comune brutto e cattivo?

Se sui documenti, come ho letto, c’erano errori di date, in un caso una firma non conforme, sarà mica colpa del Segretario Comunale.

Incredibile! Questo non doveva e non può succedere a Lessona, siamo  brava gente ! Mai successo in 73 anni di votazioni a Lessona. C’è sempre stata dialettica politica si sono vinte e perse elezioni da parte degli schieramenti ma mai si era arrivati ad un simile pasticcio provocato da chi si candidava a fare il Sindaco ….

Quindi se il 3 e 4 ottobre non si raggiungerà il quorum dei votanti necessari e se, pur rispettando il quorum, almeno il 50% degli elettori, pur recandosi a votare, non crocerà il simbolo dell’unica lista verremo commissariati. Per mesi, forse anni, con la spesa bloccata, per poi andare a nuove elezioni con spreco di denaro pubblico e comunale. Per colpa di chi? Dell’Amministrazione uscente ? Della burocrazia? Non credo!

Credo invece che candidarsi in un paese sia una cosa molto seria, ma bisogna avere qualità importanti: serietà, onestà intellettuale, altruismo, competenze, spirito di sacrificio…

Altrimenti è meglio lasciar perdere o altrimenti impegnarsi lavorando in paese: in Parrocchia, nella sportiva, negli Alpini, all’Arci, a pulire sentieri o tagliare erba, nel Circolo, nel Volontariato, nel doposcuola, sul pulmino…in qualsiasi associazione.

Il nostro, in tutti questi ultimi 30 anni di Amministrazione …e anche prima…, è stato un grande Comune: ci ha fatto crescere investendo in opere pubbliche, nella scuola, ci ha dotato di strutture favolose, grandi eventi che ci hanno fatto conoscere in tutt’Italia, ci ha fatto sentire importanti, orgogliosi di essere lessonesi.

Non ci meritavamo questa umiliazione. Chi ha sbagliato deve dirlo chiaramente, assumendosi tutta la responsabilità, senza cercare scuse o fare lo scaricabarile. E' stato preso, ad essere gentili,  sottogamba, con leggerezza una faccenda molto seria: ha ragione il Sindaco uscente che voglio pubblicamente ringraziare, nel dire che l’Amministrazione di un paese non può essere improvvisata… e qui… se il buongiorno si vedeva dal mattino…

Bisogna quindi tutti insieme mobilitarci, affinchè alle elezioni comunali prossime tutto il paese vada a votare per evitare il commissariamento ed i prossimi amministratori dovranno impegnarsi ancora di più per rappresentare tutti, veramente tutti, nessuno escluso!"

Fabrizio Zaffalon

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore