/ CRONACA

CRONACA | 15 settembre 2021, 06:50

“Progetto Safety Days – Roadpol”, zero vittime sulle strade d’Europa

Dal domani per una settimana al via una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale della Polizia

“Progetto Safety Days – Roadpol”, zero vittime sulle strade d’Europa

“Progetto Safety Days – Roadpol”, zero vittime sulle strade d’Europa

Anche quest’anno, in collaborazione con le Polizie Stradali europee, si svolgerà la campagna di sicurezza stradale “Safety Days” promossa da Roadpol–European Roads Policing Network.

L’iniziativa, svolta con il supporto della Commissione Europea, si inserisce nel quadro della “Settimana Europea della Mobilità” (16-22 settembre 2021), con lo scopo di ottenere, a livello europeo, una giornata, quella del 21 settembre 2021, a zero vittime sulle strade.

Ulteriori  scopi della campagna Roadpol “Safety Days” sono quelli di: aumentare la consapevolezza sociale sul fenomeno della mortalità ed incidentalità grave sulle strade europee, oggi più che mai in aumento; dimostrare che, con un ampio sostegno da parte della collettività, si può essere in grado di ridurre il numero delle vittime e dei feriti gravi sulle strade europee; elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte. 

In occasione di tale operazione sull’intera rete stradale ed autostradale di propria competenza, la Polizia stradale predisporrà servizi mirati volti alla riduzione delle principali cause di incidentalità, individuabili nella elevata velocità, nel mancato utilizzo dei dispositivi di sicurezza, dei sistemi di ritenuta per bambini, del casco protettivo e nell’uso di telefoni cellulari alla guida (principale fonte di distrazione). L'iniziativa si accompagnerà allo svolgimento di attività di prevenzione e di sensibilizzazione rivolte ai cittadini.

redazione s.zo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore