/ Biella

Biella | 20 agosto 2021, 09:53

Biella, un salotto che parla di sport. Javier Zanetti ospite della città FOTO e VIDEO

Xavier Zanetti a Biella. Foto Fighera per newsbiella.it

Xavier Zanetti a Biella. Foto Fighera per newsbiella.it

Per una sera la piazzetta antistante il Battistero, come peraltro già successo con il tennista Sonego, si trasforma in un salotto in cui parlare di sport. E l’ospite è importante per la comunità interista biellese, si parla niente di meno che di Javier Zanetti, per vent’anni indiscussa stella che correva a San Siro sotto i colori nerazzurri. Un’icona di sport, di stile e di classe, una delle ultime bandiere, nel senso di attaccamento a un’unica squadra. Il Battistero si colora di tinte nerazzurre su cui campeggia il nuovo logo ufficiale quel I’M tanto discusso graficamente, ma che giganteggia sull’edificio simbolo di Biella. Chissà cosa dirà il Vescovo Farinella, tifoso romanista.

Ma per una sera tutto è concesso alla fede di Sindaco e Vice, Corradino e Moscarola, interisti di adozione; ed è proprio il primo cittadino a invocare a gran voce il nome del suo capitano, che per una sera non è Salvini, ma bensì proprio l’argentino uno dei giocatori più vincenti con l’Inter, ben 16 trofei. Il vecchio inno della Beneamata apre la serata e copre la voce di Corradino, ma poi è tutta dedita ai ricordi del giocatore e di una carriera lunga e vincente. I riferimenti a Messi, a Ronaldo sono pennellate di una storia calcistica realizzata tra i migliori.

E dopo la carrellata sportiva con annessa anche la consegna di una maglia bianconera a Xavier, ma si tratta di quella della Biellese, il microfono passa al pubblico. Più che domande, come sempre succede in questi casi, il rito prevede ringraziamenti e peana all’idolo della piazza, con riferimenti al fantacalcio, (i consigli di Pupi in questo caso vanno a due giovani leve come Barella e Bastoni) e prospettive future (Satriano nuova promessa); ma anche incontri e saluti con argentini biellesi.

I prodotti tipici biellesi consegnati da Corradino e gli immancabili autografi chiudono la serata. Il campionato è alle porte e tra 48 ore l’Inter di Zanetti è chiamata al debutto con il Genoa e per dirla con le parole del campione: sarà un anno difficile per l’inter, ma il pubblico presente in piazza non è dello stesso avviso.

redazione ra

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore