/ Regione Piemonte

Regione Piemonte | 29 luglio 2021, 15:30

Consegnata ai sindaci del Biellese la bandiera del Piemonte

regione caucino

Regione, l'assessore Caucino consegna il Drapò ai sindaci del Biellese

 

Sono tanti i sindaci biellesi che questa mattina hanno partecipato alla cerimonia di consegna del Drapò al Teatro Sociale Villani di Biella. Ad accogliere gli amministratori locali, il presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia, i consiglieri segretari Gianluca Gavazza e Michele Mosca e l’assessore Chiara Caucino.

«Si è trattato di un momento molto significativo - ha detto Caucino - in quanto, dopo le tante difficoltà che stiamo subendo e superando insieme, il nostro vessillo - oggi più che mai - è simbolo di unità di intenti, di valori e di volontà. Per questo credo che quello di oggi sia stato un forte momento di coesione tra il governo regionale e il territorio e sono orgogliosa di aver partecipato all’evento in qualità di esponente della giunta regionale, che dal primo giorno ha deciso di aumentare significativamente proprio l’attenzione nei confronti di tutto il Piemonte».

Il «Drapò» è uno stemma che ha circa 600 anni ispirato dalla bandiera (croce bianca in campo rosso) della Savoia. Il vessillo piemontese prende ispirazione da questa, ma viene arricchita dal lambello e dalla cornice. La croce è sormontata da uno dei simboli araldici per eccellenza, il lambello, che simboleggia la primogenitura. Amedeo VIII, primo duca di Savoia, stabilì questa bandiera per il Principe di Piemonte, titolo spettante all'erede del Casato. Per questo appose il simbolo in capo allo stemma sabaudo. Le tre gocce del lambello ricordano i casati che hanno governato il Piemonte: Angiò, Savoia-Acaia e Savoia.

Il colore è quello del casato, l'azzurro Savoia (curiosità: proprio lo stesso azzurro che contraddistingue gli atleti italiani in campo internazionale ancora oggi) che circonda anche la Croce di San Giovanni. Mosca ha poi ricordato l’impegno della Regione, «che dapprima ha fornito gli strumenti per far fronte all’emergenza sanitaria, da quelli materiali alle più ordinarie informazioni sul comportamento da tenere e sulle indicazioni da dare ai cittadini e successivamente ha cercato di accompagnare la ripresa economica con strumenti propri. Sono state tante le iniziative a sostegno dei Comuni portate avanti in Consiglio regionale, tra le quali ricordo in particolare la legge 18 grazie alla quale nel 2020 sono stati finanziati contributi per le opere pubbliche e che potrebbe ora essere un importante strumento per il rilancio dei territori».

Il presidente Stefano Allasia ha ringraziato i sindaci per l’impegno quotidiano nell’affrontare le problematiche del territorio “dai disservizi di facile soluzione, fino alla gestione di grandi questioni, non solo la pandemia, ma le crisi occupazionali e aziendali e gli eventi alluvionali che con sempre maggiore frequenza portano distruzione e calamità”. 

“La bandiera del Piemonte è simbolo antico, - ha sottolineato il presidente della Provincia di Biella, Gianluca Foglia Barbisin - che racchiude la storia delle tradizioni locali e la storia italiana, ma è anche simbolo trasnazionale di una terra protesa verso l’Europa.Il sindaco di Biella, Claudio Corradino, ha ricordato le bellezze e le tante risorse del territorio: “Abbiamo le montagne, le risaie, il santuario mariano più importante delle Alpi. Abbiamo saputo coniugare il piccolo con il bello e grazie alla collaborazione di tutti Biella è diventata citta’ Unesco”.

A fare da sfondo alla cerimonia di consegna della bandiera, la proiezione della mostra fotografica “Piemonte cinquant’anni”, a cura dell’agenzia Ansa e il sostegno della Fondazione Crt, e i brani della tradizione piemontese eseguiti dai maestri Loris Gallo e Valerio Chiovarelli. Questa sera il Drapo’ illuminerà il Palazzo Oropa, sede del Municipio a Biella, a partire dalle 21. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore