/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 luglio 2021, 14:44

A Sanremo la Confartigianato riporta in scena l’arte dei maestri sartori

Da un’idea del presidente Cristiano Gatti un evento sul made in Italy nella città dei fiori. La mostra è visitabile fino a metà agosto

A Sanremo la Confartigianato riporta in scena l’arte dei maestri sartori

A Sanremo la Confartigianato riporta in scena l’arte dei maestri sartori

Riparte a Sanremo la manifestazione dedicata alla moda e alla sartoria made in Italy, nata nel 1952, un anno dopo il celebre festival della musica, e poi sospesa. L’evento mette in mostra le opere di maestri sartori proveniente da tutta Italia: Lino Spina (Biella); Franco Ferraro (Serravalle Sesia); Perrera (Novara); Bassi/Maffei (Como); Silvano Stevanella (Padova); La Torre (Bari); Italiano (Palermo); Callisto (Cosenza); Puppato (Venezia); Carlo Donati (Arezzo); in conclusione la collezione di Carlo Pignatelli. Un percorso attraverso abiti storici e moderni risorto grazie all’iniziativa congiunta di Confartigianato Nazionale, Confartigianato Piemonte, Confartigianato Imperia, Comune di Sanremo e Casinò di Sanremo. L’input viene dal presidente di Confartigianato Biella e vicepresidente di Confartigianato Piemonte Cristiano Gatti che, venuto a conoscenza nel 2016 della storia di questo evento, organizza, dal 2017 al 2020, due Defilè all’anno (7 sfilate) sulla scalinata del Casinò in occasione del Festival di Sanremo e di Sanremo canta Napoli con l’aiuto del vice presidente nazionale di Confartigianato Domenico Massimino.

L’intento era quello di preparare il terreno per il ritorno del Festival della moda. “È un’occasione unica per valorizzare il territorio e l’artigianato del nostro Paese – spiega Gatti – e per premiare il mondo dell’artigianato di qualità grazie alla collaborazione e la partecipazione di tutti gli organismi coinvolti”. I tessuti Biellesi sono tra i protagonisti della mostra allestita nella Sala dorata del Casinó di Sanremo visitabile con ingresso gratuito fino a metà Agosto tra cui i lanifici Zegna, Piacenza e Drago.

Presenti all’evento di presentazione del 17 luglio Paolo Russo di Zegna e Guido Piacenza. Il gran Defilè nella gremita piazza Borea d’Olmo condotto da Cristiano Gatti affiancato dalla giornalista locale Ilaria Salerno è stato allietato anche da momento di danza e canto. Il made in Italy si è mostrato in tutta la sua unicità e splendore non solo nel mondo della moda: dopo lo shooting fotografico svoltosi sulla scalinata del Casinó, la parata delle indimenticabili Fiat 500 ha percorso la strada pedonale (Via Matteotti) per raggiungere la piazza della sfilata passando di fronte al leggendario Teatro Ariston.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore