/ ECONOMIA

ECONOMIA | 21 luglio 2021, 18:15

CNA Piemonte, 60% imprese favorevoli al Green Pass come tutela per la salute: “Ma non pesi su costi aziende”

green pass

CNA Piemonte, 60% imprese favorevoli al Green Pass come tutela per la salute: “Ma non pesi su costi aziende”

Il mondo dell’artigianato e della micro impresa piemontese della CNA Piemonte preferisce l’adozione del Green Pass a tutela di titolari, lavoratori e clienti rispetto al ritorno delle restrizioni alla mobilità con la colorazione delle zone.

La CNA Piemonte, in collaborazione con le sedi territoriali di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo e Piemonte Nord, attraverso l’Osservatorio Micro e Piccole Imprese ha raccolto l’opinione di un campione rappresentativo delle sue aziende nei settori più colpiti dalla pandemia e interessati eventualmente dall’uso del Green Pass per accedere ai propri servizi. Il 61.54% gli operatori del commercio, dell’enogastronomia e del turismo, del trasporto privato e degli eventi, pensa che il Green Pass sia una tutela per la propria attività, i propri clienti e i dipendenti, mentre il 38.46% ritiene possa arrecare dei danni.

Artigiani e imprenditori considerano Green Pass e campagna vaccinale alleati per le loro imprese e temono fortemente un ritorno alle zone colorate, con conseguenti limitazioni alla mobilità. “Le nostre aziende – commenta il segretario regionale della CNA Piemonte Delio Zanzottera – continuano a dimostrarsi responsabili. Non vivono l’adozione del Green Pass come una limitazione, ma come un possibile alleato per continuare a lavorare dopo il lungo stop dovuto alla pandemia. Settori pesantemente colpiti dal lockdown vogliono, quindi, una ripartenza che tuteli la loro attività di imprenditori e cittadini, che difenda la loro salute, dei dipendenti e dei clienti. Dovremo agire con tutti i soggetti perché l’adozione di questi strumenti non rappresenti ulteriori costi per le imprese e non appesantisca le procedure. Siamo consapevoli che chi viola davvero i diritti di tutti è il virus e che insieme, responsabilmente, possiamo cercare e trovare le soluzioni”.

Un’altra indicazione emersa dall’Instant Poll è la condizione che l’uso del Green Pass come filtro per l’accesso alle attività non debba rappresentare un costo ulteriore per non pesare su settori che stanno cercando di ripartire ora da una pesante crisi dovuta alla pandemia. Infine, anche l’estensione al 31 ottobre dello stato di emergenza non è considerato un grave problema per un’impresa artigiana su tre (33.3%).

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore