/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 21 luglio 2021, 06:50

Elettrificazione Biella-Santhia, a Sandigliano petizione contro la modifica della viabilità

Raccolte 377 firme per opporsi alla chiusura dei passaggi a livello di Via Dante Alighieri e di quello sito sulla vie Verdese e Carducci

377 firme contro la chiusura dei passaggi a livello sulla Biella-Santhià - Foto archivio newsbiella.it

377 firme contro la chiusura dei passaggi a livello sulla Biella-Santhià - Foto archivio newsbiella.it

La protesta de cittadini di Sandigliano  contro la chiusura del passaggio a livello di Via Dante Alighieri, e di quello sito sulle vie Verdese e Carducci, presenti sulla linea ferroviaria Biella-Santhià, decisa dall'amministrazione comunale per permettere i lavori propedeutici all'elettrificazione, si è concretizzata con la raccolta di 377 firme arrivate sulla scrivania del sindaco Mauro Masiero.

I cittadini lamentano il fatto che l'amministrazione abbia preso questa decisione, che cambierà le abitudini degli abitanti delle zone interessate, in sede di giunta comunale. Quindi senza sottoporla all'esame di tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza nel consiglio comunale, le cui sedute sono pubbliche. Oppure, secondo un'ipotesi ancora migliore per i firmatari, in un'assemblea pubblica di cittadini.

“In riferimento a via Dante Alighieri – si legge della petizione – la richiesta di Rete Ferroviaria Italiana era di sostituire il passaggio a livello con un sottopasso per consentire la stessa viabilità. Richiesta che la giunta non ha accettato, proponendo una pista ciclopedonale che collega via Dante a via Stazione, e che comporta la chiusura definitiva del passaggio delle auto. Questa proposta è lesiva dei diritti dei residenti perché interrompe la circolazione su una delle strade più antiche di Sandigliano, che collega il paese a Gaglianico”.

Anche Verso Il Futuro, il gruppo di minoranza in consiglio comunale, ha chiesto conto sul perché l'amministrazione non abbia fatto una riunione pubblica per spiegare il progetto di RFI e riferire le richieste della stessa amministrazione. “Quando  ho incontrato il sindaco – scrive il capogruppo Mattia Boldrin sulla  pagina Facebook di Verso Il Futuro – ha risposto che preferiva avere certezze e si è impegnato a fare una riunione appena RFI risponderà alla proposta di pista ciclopedonale. Io ho ribadito che fosse meglio fare un incontro anche prima, dove la popolazione potesse avere delucidazioni, e poi un altro dopo questa risposta. Mi spiace che si continui a lavorare sempre in " sordina" con "segreti di pulcinella", che poi puntualmente vengono a galla e non fanno certo brillare i protagonisti. Penso di interpretare la volontà di molti dicendo che VOGLIAMO ESSERE INFORMATI SEMPRE!!”

 

 

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore