/ SPORT

SPORT | 20 luglio 2021, 09:21

Aido Biella, sport e salute protagonisti al memorial di calcio: “La vita è un gran dono” FOTO

aido biella

Aido Biella, sport e salute protagonisti al memorial di calcio: “La vita è un gran dono” (foto Filippo Sarcì)

Donare gli organi è avere una vita oltre la vita. Aido Biella ha voluto ricordare la bellissima giornata di sabato 17 luglio al campo 53° Fanteria di Biella il memorial Clemente Ferrero de Gubernatis Ventimiglia.

“Sono veramente poche le giornate che nascono da subito: emozionanti, piene di insegnamenti e ti fanno riflettere che la vita è un grande dono – spiegano - sabato da subito si è capito che sarebbe stato cosi, che i nostri cari donatori sarebbero stati con noi in campo. Tutto si è svolto con amicizia e sensibilità. La nostra associazione vuole ringraziare le persone che hanno seguito la nostra manifestazione, in particolare: il nostro Vescovo Monsignor Roberto Farinella che simpaticamente ha dato il calcio di inizio alla partita CralAslBi vs Amise Football Club Bergano Aido; il consigliere regionale del Piemonte Michele Mosca; il sindaco e l'assessore di Biella Claudio Corradino e Giacomo Moscarola; l'ex giocatore della Juventus e cronista Rai Domenico Marocchino: anche lui si è prestato a dare il calcio d'inizio della partita Nazionale Italiana Calcio Trapiantati vs CralAslBi rappresentativa maschile; medici e infermieri presenti; il direttore sanitario dell'Ospedale Francesco d'Aloia; il direttore della formazione Vincenzo Alastra; l'amico di sempre Roberto Boglietti che ha omaggiato i 5 migliori giocatori del torneo con uno splendido orologio; gli amici di Aido Meda, presidente e consiglieri, è stato un vero piacere conoscerli e passare con loro il pomeriggio; la Protezione Civile di Biella; la Croce di Malta che, ringraziando lassù, non ha dovuto fare nessun intervento; i nostri amici arbitri della federazione AIA di Biella con il loro presidente Matteo Trombizi; il nostro speaker Andrea Monteleone, che non si è risparmiato e ha commentato tutte le partite e intervistato in diretta alcuni giocatori; il grande DJ Max Gillo che con L'inno d'Italia e Notti Magiche ci ha fatto venire la pelle d'oca all'inizio di ogni partita; il nostro presidente Ilario Mauro Berto e il nostro vice Ermanno Spagarino che non si sono risparmiati un secondo nel organizzazione e poi ancora le volontarie quelle figure che non si vedono, ma senza di loro non c'e evento possibile: Carla Angela Del Prato, Lucia Costa Gaia, Luisa Rosco, Giampaolo Cislaghi che ha fatto da navetta tra Malpensa e Biella e Filippo Sarcì, presidente Cral AslBi, il fotografo che tutti vorrebbero, con le sue bellissime fotografie, nonché grande amico di Aido. Insieme a Samuele Maria Berto che ha con Filippo Cannizzaro letto con la lingua dei segni la lettera di un donatore. Un ringraziamento anche ai dirigenti della nostra squadra La Biellese che si sono resi disponibili in tutto e per tutto. E i veri protagonisti della giornata: Nazionale Italiana Calcio Trapiantati, Sacerdoti Italia Calcio, CralAslBi rap. medicii nfermieri del nostro Ospedale sia la squadra maschile sia la femminile e la Amise Football Club Bergamo Aido”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore