/ ECONOMIA

ECONOMIA | 19 luglio 2021, 16:40

Acquisto veicoli per trasporto disabili, le agevolazioni previste dalla Legge 104

Acquisto veicoli per trasporto disabili, le agevolazioni previste dalla Legge 104

Acquisto veicoli per trasporto disabili, le agevolazioni previste dalla Legge 104

Sia i disabili con handicap grave che coloro con ridotte capacità motorie, per l'acquisto di un'auto adattata al trasporto disabili o modificata per permettere al disabile stesso di guidare in autonomia, possono usufruire di una serie di agevolazioni fiscali previste dalla Legge 104. Le agevolazioni fiscali, di cui andremo a parlare e approfondire dettagliatamente nel corso di questo breve articolo, vengono riconosciute sia al disabile stesso che ad uno dei familiari che se ne occupa e che lo ha fiscalmente a carico. Analizziamo, ora di seguito, i principali aspetti presi in considerazione dalla Legge 104 per l'acquisto di un'auto, sia nuova che usata: dagli sgravi previsti alle categorie di soggetti che ne hanno diritto.

Agevolazioni fiscali previste dalla Legge 104: chi ne ha diritto

Hanno diritto alle agevolazioni fiscali per acquisto auto legge 104 solo coloro che rientrano nelle seguenti categorie:

  • sordi e non vedenti;
  • coloro che sono affetti da handicap psichico o mentale e percepiscono l'indennità di accompagnamento;
  • disabili con gravi limitazioni nelle capacità di movimento o pluri amputati;
  • soggetti con ridotte o impedite capacità motorie.

Solo in quest'ultimo caso per poter usufruire e avere diritto alle agevolazioni fiscali è necessario che il veicolo venga appositamente adattato al trasporto disabili mentre nelle altre ipotesi questo requisito non è necessario.
Per rientrare in una delle categorie appena elencate è importante essere in possesso di un certificato che attesta l'handicap, rilasciato dall'apposita Commissione Medica Integrata ASL.
Tutti gli sgravi previsti dalla Legge impongono, per il loro riconoscimento, che il veicolo sia utilizzato in via esclusiva o prevalente a beneficio della persona affetta da handicap.
È importante infine ricordare che le agevolazioni sono usufruibili sia, in prima persona, dal disabile che da un familiare convivente che lo abbia fiscalmente a carico. Per essere considerato fiscalmente a carico il disabile non deve avere un reddito annuo superiore a 2840,51 euro o, a partire dall'1 gennaio 2019, 4000 euro per un figlio di età non superiore a 24 anni.
Nel calcolo del reddito annuo non vanno presi in considerazione i redditi esenti tra cui rientrano le pensioni sociali, gli assegni erogati a ciechi, sordi, invalidi civili e le indennità di accompagnamento.

Le agevolazioni fiscali previste dalla Legge 104

Detrazione IRPEF 19%. Per l'acquisto di un veicolo nuovo o usato, anche all'estero, il disabile ha diritto ad una detrazione IRPEF del 19% su una spesa massima di 18.075,99 euro. Ciò vale a dire che se si acquista un'auto per 35mila euro si potrà usufruire dell'agevolazione IRPEF del 19% solo nella misura dei 18mila euro anzidetti. Nel calcolo di questo limite massimo non rientrano eventuali spese di adattamento per le quali è prevista un differente tipo di detrazione, sempre del 19%. La detrazione IRPEF può essere usufruita per intero nel periodo d'imposta in cui è avvenuto l'acquisto oppure può essere ripartita in quattro rate annuali di pari importo. Si potrà beneficiare nuovamente dello sgravio fiscale trascorsi quattro anni dall'acquisto precedente. Prima del quadriennio l'agevolazione verrà riconosciuta per l'acquisto di una nuova vettura solo se la precedente è stata cancellata dal Pubblico Registro Automobilistico per essere demolita.

Si decade dal beneficio riconosciuto se prima che siano trascorsi due anni dalla data di acquisto il veicolo viene trasferito a terzi, a titolo gratuito o oneroso, a meno che il disabile a seguito delle mutate condizioni dell'handicap di cui è affetto non dimostri di cedere il precedente mezzo per acquistarne uno nuovo con adattamenti diversi e più consoni alle sue attuali condizioni. In caso contrario il disabile o il familiare che lo ha a carico dovrà versare la differenza tra l'imposta dovuta in assenza di agevolazioni e quella già versata.

IVA ridotta del 4%. Sull'acquisto di un'auto nuova o usata la Legge 104 prevede anche, nel rispetto di determinate condizioni che vedremo di seguito, l'applicazione dell'IVA agevolata del 4% anziché del 22%. L'IVA del 4% è riconosciuta sull'acquisto di vetture nuove o usate purché aventi una cilindrata fino a:

  • 2.000 centimetri cubici (motore a benzina);
  • 2.800 centimetri cubici (motore diesel).

Anche questa agevolazione, come la precedente, viene riconosciuta una volta sola per un unico veicolo in un quadriennio. Primo dello scadere dei quattro anni, per usufruire nuovamente dell'agevolazione, sarà necessario aver provveduto alla cancellazione della vecchia vettura dal PRA.

Purtroppo non tutte le concessionarie hanno le competenze e le conoscenze adatte a sbrigare l'iter burocratico richiesto per far ottenere ai propri clienti le agevolazioni previste per Legge, anche perché la documentazione cambia in base alle categorie di invalidità a cui si appartiene. Per questo motivo è consigliabile affidarsi a chi da anni opera in questo settore e ha maturato un'esperienza tale da essere considerato un vero e proprio leader, come la Olmedo Spa. Nata più di settant'anni fa, questa realtà che oggi opera e ha diverse sedi e concessionarie in molte Regioni del Nord Italia, è un vero e proprio punto di riferimento. Serietà, grande professionalità, competenza e passione: queste sono le caratteristiche che da sempre contraddistinguono la Olmeco Spa e il suo staff.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore