/ Fashion

Fashion | 15 giugno 2021, 10:02

Bucket hat: il cappello da pescatore si fa trendy

Bucket hat: il cappello da pescatore si fa trendy

Un vero e proprio simbolo degli anni ’90 che adesso torna improvvisamente di tendenza. Parliamo dei cappelli personalizzati, rilanciati nelle passerelle della moda femminile già nel 2020 grazie alle intuizioni di brand come Prada e Dior e poi letteralmente esplosi anche grazie ad alcune influencer e celebrities che li hanno mostrati sui social.

Il trend per l’estate parla chiaro: il grande protagonista della bella stagione è il “bucket hat”, il cappello da pescatore, che abbiamo imparato a conoscere negli anni ’90 e che adesso rientra con prepotenza nei guardaroba immaginati dai professionisti del fashion. Un accessorio incredibilmente versatile, perché in grado di coniugare al contempo l’innegabile tono sportivo con le note glamour dei brand più in voga.

E non è certo un caso che anche marchi come Versace e Celine, che si sono presentati in passerella con modelli al contempo sportivi ma incredibilmente trendy, abbiano inserito a catalogo accessori di questo tipo. Come al solito, le interpretazioni sono le più varie, specialmente in termini di colori e stile. Così, Gucci si presenta sul mercato con un copricapo arancione con il logo utilizzato come pattern in background e un bollo nero con scritta dorata. Karl Lagerfeld sceglie invece il rosa shocking lucido per un accessorio che non vi farà passare certo inosservate.

Interessante anche la soluzione di Moschino, che opta per un bucket hat in plastica trasparente addobbata con degli orsetti. Stile classico adattato al cappello da pescatore per Prada, che si presenta nei negozi con un copricapo total white e classica scritta bianca su fondo rosso. Vans punta invece sulla spiccata sportività, in perfetto accordo con lo stile del brand: il cappello personalizzato è quindi in velluto colorato con il logo in gomma molto piccolo sulla parte frontale. Da sottolineare anche la scelta di Paul Smith, che reinventa il bucket hat con un tessuto di tela leggera molto adatto alla bella stagione e un motivo floreale su fondo nero che fa tanto primavera-estate. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, ma è chiaro come quella in arrivo sarà la stagione del cappello da pescatore.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore