/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 11 giugno 2021, 14:30

Camandona, al via opere e lavori. Sindaco: “2021 anno di interventi per sviluppo territorio”

camandona opere

“Il 2021 sarà per il nostro paese un anno di grandi lavori finalizzati allo sviluppo del territorio favoriti dalla possibilità che ci è stata data di ottenere finanziamenti dallo Stato per una somma complessiva di circa 800mila euro” A dirlo il sindaco di Camandona Gian Paolo Botto Steglia che ha fatto il punto sullo stato dei lavori e dei progetti.

Sono in programma iniziative atte a favorire lo sviluppo agro-turistico mediante la valorizzazione ed il miglioramento delle risorse esistenti quali la Strada dell’Alpe che collega con la vallata del Sessera e della strada per Carcheggio zona agro-turistica posta a monte della diga. Sono inoltre in programma iniziative per favorire la residenzialità mediante l’insediamento di nuove famiglie negli alloggi di proprietà del comune che verranno adeguati con opere di manutenzione straordinaria. Verranno appaltate le opere per la riqualificazione delle strade comunali, del cimitero, per l’eliminazione di alcune barriere architettoniche ed opere di ripristino dei danni alluvionali subiti nelle strade e nei canali. Diverse le opere in corso di esecuzione. Sono in via di conclusione le opere per il primo lotto dell’illuminazione stradale “via degli alpini” strada del Mazzucco in modo che per gli eventuali festeggiamenti di Sant’Anna sia funzionante.

“Da tenere presente che l’impianto è a contatore e quindi potrà essere attivato a nostra scelta nei periodi in cui desideriamo attivarlo – spiega il sindaco - Con Decreto ministeriale è stato concesso il finanziamento di 50mila euro per l’anno 2020 che è stato utilizzato per la sistemazione della frana sulla strada da Governati a Veglio e per la sistemazione delle spalle e la sostituzione delle ringhiere di protezione del ponte sul torrente Strona in frazione Molino-Vacchiero. I lavori eseguiti dall’Impresa Dambrosio sono in corso di ultimazione. Sono in via di conclusione le opere da parte dell’impresa Sielte ed Enel; entro breve ci sarà la possibilità da parte di tutti noi di collegarci ad internet via cavo con tutti i vantaggi che ciò comporta”.

Sono in programma opere in corso di progettazione, messa in sicurezza e adeguamenti del territorio per un importo vicino ai 659mila euro. “Si procederà con la realizzazione di una nuova pista ciclabile/carrabile sulla Strada dell’Alpe – sottolinea Botto Steglia - e di un pista ciclabile/carrabile dalla Strada dell’Alpe Bunda Granda fino a Carcheggio in alternativa all’esistente strada che passa per la frazione Falletti. La zona ha ottime possibilità di sviluppo agricolo e turistico e per ottenere ciò occorre dotarla delle principali opere di urbanizzazione. Poi ripristino del muro a valle strada comunale in via di progressivo deterioramento mediante la ricostruzione del muro in pietra e calcestruzzo e opere di regimazione canale di scolo con la regolarizzazione del piano di scorrimento dell’acqua piovana e la ricostruzione muri di contenimento a nord della via Alpini. A frazione Bonaro, Vacchiero e Pianezze ripristino di barriere, cordolo muro su strada comunale, versante a monte strada e muro su strada comunale. I lavori dovranno iniziare tassativamente entro il 15 dicembre di quest'anno, pena la revoca del finanziamento”.

Sul fronte delle opere stradali, è stato concesso il finanziamento di 100mila euro che verrà utilizzato per 65mila euro per il completamento della sistemazione della strada comunale Molino Vacchiero-Governati-Molino Poa le cui opere sono in fase di progettazione da parte dello studio dell’ing. Domenico Ubertalli di Biella; i lavori dovranno iniziare tassativamente entro il 15/09/2021 pena la revoca del finanziamento. Al cimitero, invece, costruzione di monoblocchi contenenti le cellette per le ceneri di una area per lo smaltimento ceneri, sistemazione aiuole e cipressi nel viale di accesso danneggiati dalla neve e per opere varie riguardanti le strade di accesso, le aiuole ed i viali.

“Abbiamo attivato una procedura per il recupero di 16mila euro circa derivanti da risparmi effettuati sui mutui contratti negli ultimi anni – annuncia il sindaco – La cifra verrà utilizzata, senza ulteriori costi per il Comune, per la sostituzione dei serramenti esterni della casa negozio ed ufficio turistico: abbiamo già ricevuto un primo acconto di 6mila euro circa con l’autorizzazione del saldo inizieremo i lavori. Per la casa di Falletti, con fondi concessi dallo Stato a tutti i comuni inferiori ai 5000 abitanti per la riqualificazione del territorio e risparmio energetico abbiamo avuto la promessa di finanziamento di 81.300mila euro che abbiamo pensato di utilizzarli per le opere di ricostruzione e coibentazione del tetto e varie per le quali abbiamo conferito incarico all’Ing. Fauda di Borgosesia; i lavori dovranno iniziare tassativamente entro il 15 agosto, pena la revoca del finanziamento”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore