/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 10 giugno 2021, 12:24

Tragedia del Mottarone: Eitan dimesso dall'ospedale, torna a casa con la zia

mottarone

Questa mattina presto è stato dimesso Eitan, il bambino di 5 anni unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone. 

Il piccolo ha lasciato il reparto Isola di Margherita, dell’ospedale Regina Margherita, ed è tornato in ambulanza a casa a Pavia accompagnato dalla zia. Ora le sue condizioni sono molto migliorate: la prognosi è di 60 giorni. Il piccolo proseguirà il percorso terapeutico dal punto di vista psicologico ed effettuerà future visite di controllo.

Eitan è l'unico superstite dell'incidente alla funivia di Stresa del 23 maggio scorso, dove hanno perso la vita 14 persone, tra cui la sua intera famiglia: il papà, la mamma e il fratellino. L'impatto della cabina della funivia con il terreno é stato terribile: secondo i sanitari il bambino è sopravvissuto perchè il padre lo ha avvolto in un abbraccio. 

Dal punto di vista giudiziario ieri il presidente del Tribunale di Verbania Luigi Maria Montefusco, ha riassegnato il procedimento  sulla vicenda alla "titolare per tabella del ruolo" ossia al giudice Elena Ceriotti e ha 'esonerato' Donatella Banci Buonamici, il gip che ha scarcerato i tre indagati fermati meno di tre giorni dopo la tragedia.

La Procura stessa ha chiesto di annullare la scarcerazione per preservare le indagini che altrimenti potrebbero essere pregiudicate "in modo irreversibile" e per evitare di fare iscrizioni nel registro degli indagati a 'pioggia' e non "mirate". Oggi invece la Procura ha notificato ai tre indagati l'avviso degli accertamenti tecnici non ripetibili che dovrà essere svolto sulla cabina precipitata e sull'impianto in generale.

Le parti sono state convocate lunedì per il conferimento dell'incarico e la nomina dei propri consulenti. Un provvedimento notificato anche alle famiglie delle 14 vittime e alla zia di Eitan, suo legale rappresentante.

Dalla corrispondente di Torino - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore