/ SPORT

SPORT | 07 giugno 2021, 18:27

Corrado Pinzano ai nastri di partenza del 10° Rally Lana Storico

Il pilota biellese si presenta agguerrito alla corsa del 19 giugno : “Nel 2018 ho rotto la macchina dopo aver vinto quattro prove su cinque. Quest’anno vogliamo far bene e venderemo cara la pelle perché la concorrenza è forte”.

pinzano

A sinistra Corrado Pinzano - Foto di repertorio

Il Rally Lana Storico va in doppia cifra.

Quella dei prossimi 18 e 19 giugno sarà infatti la decima edizione della gara, che torna nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche come quarto degli otto appuntamenti della competizione, e sarà valevole e anche per il T.R.Z. della prima Zona, per il Trofeo A112 Abarth Yokohama, per il Memory Fornaca e la Michelin Historic Rally Cup. Le iscrizioni alla gara sono aperte fino alle 18 di mercoledì 9 giugno.

Tra i protagonisti della corsa, al volante di una Subaru Legacy Gruppo A, il pilota biellese Corrado Pinzano, che, nel 2018, sfiorò la vittoria. “Tre anni fa avevamo vinto 4 prove speciali su 5 ed eravamo in testa, – racconta Pinzano - poi si è rotta la macchina. Ho il rammarico di non avere mai vinto questa gara, e quindi mi presento agguerrito e con l’obiettivo di far bene perché è sempre bello correre sulle strade di casa”.

Corrado Pinzano è alle quinta gara dell’anno e si presenta al Lana Storico forte di due vittorie: “Quest’anno abbiamo già corso 4 gare, tre su asfalto ed una su ghiaccio, e abbiamo vinto il Rally Colline e Metallifere in Toscana ed a Livigno sul ghiaccio. Al Lana Storico venderemo cara la pelle perché i concorrenti sono molto agguerriti ed hanno macchine performanti”.

Questo il programma della due giorni del Lana Storico. Il pomeriggio di venerdì 18 giugno, dalle 13 alle 19, le operazioni di verifica presso l'Hotel Agorà di Biella, sede anche di direzione gara, segreteria e sala stampa.

Sabato 19 giungo, alle 9 le partenza della corsa dal Centro Commerciale "Gli Orsi” e poi le tre prove speciali: un tris di tratti storici del Rally Lana come Ronco, Baltigati e Romanina Due, da ripetersi più volte per un totale di otto prove speciali e 94,94 chilometri cronometrati. Alle 18:56 è previsto l’arrivo a "Gli Orsi" , seguito dalla proclamazione dei vincitori e dalla cerimonia di premiazione.

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore