/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 07 giugno 2021, 06:50

Dal Museo del Territorio ai paesaggi di Van Gogh e Monet, la mostra virtuale piace ai visitatori FOTO

Oltre 120 presenze in appena due giorni di apertura e feedback positivi. “Siamo promotori di qualcosa che non si era mai visto a Biella – spiega l’assessore Gaggino - mostrare l’arte sotto un’altra prospettiva”.

mostra monet van gogh

Stupore, meraviglia, sorpresa. Sono questi i sentimenti che hanno avvertito gli oltre 120 visitatori della mostra “Arte Virtuale Van Gogh + Monet Experience”, dal 5 giugno in scena nei saloni del Museo del Territorio di Biella.

Numeri importanti in appena due giorni di apertura come conferma l’assessore alla Cultura Massimiliano Gaggino: “Sicuramente è un buon risultato: non è ancora stato affisso alcun manifesto ma sono arrivate persone anche da fuori provincia, come Varese, Alessandria, Milano. I feedback sono stati positivi: molti hanno sottolineato l’originalità dell’iniziativa, soprattutto perché sa regalare sensazioni uniche. Dall’inizio alla fine. Siamo promotori di qualcosa che non si era mai visto a Biella: mostrare l’arte sotto un’altra prospettiva coinvolgendo e affascinando fasce d’età diverse tra loro, dai più giovani ai più anziani”. Una felice intuizione che giunge a pochi giorni dalla ripartenza del mondo della cultura dopo mesi di semi-lockdown e valzer di colori delle diverse zone.

Buone sensazioni si erano già raccolte nel corso dell’opening della mostra, avvenuta lo scorso venerdì, 4 giugno, alla presenza dei giornalisti e della giunta comunale guidata dal sindaco Claudio Corradino. Tutti i presenti (compreso il sottoscritto) hanno apprezzato il viaggio virtuale proposto: dal primo piano del Museo, infatti, si ha avuto la possibilità di immergersi, a 360 gradi, nelle suggestive e calde atmosfere di Arles e Giverny, grazie alla tecnologia VR, entrando “direttamente” nei quadri dei due artisti e condividendo la loro tipica giornata, contrassegnata da stanze, studi, esterni e paesaggi mozzafiato.

La mostra, prodotta e distribuita a livello internazionale da Next Exhibition (e realizzata con Patrocinio di Comune e Regione), regala anche riproduzioni live delle loro opere più conosciute, presentate come se ci si trovasse all’interno. Ma non solo: alcune opere prendono letteralmente vita con contenuti multimediali capaci di stupire abilmente lo sguardo di chi li osserva. E il gran finale, dedicato a Van Gogh, porta il visitatore a immergersi nella multimedial art, realizzata con il sistema Remix 4.0, tra tocchi di genio e pensieri d’artista.

“Credo che al pubblico piacerà molto – sottolinea Gaggino – Posso anticipare che questa settimana verrà allestito all’interno della galleria del Centro Commerciale I Giardini di Biella un grande ponte di legno (6x1,70 metri ndr), riferibile chiaramente all’opera di Monet, per richiamare l’attenzione del pubblico e regalare un pezzo di mostra. Ringrazio il direttore del Centro Luca Iori per l’opportunità”.                                

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore