/ AL DIRETTORE

AL DIRETTORE | 31 maggio 2021, 14:00

Salussola Ambiente è Futuro sul sit in piazza: "Dichiarazioni sindaco false"

"Non corrisponde a verità che il sindaco non ha potuto spiegare le sue motivazioni in quanto la piazza l'ha accolta in religioso silenzio come testimoniano i video. È assolutamente falsa l'affermazione secondo cui la gente ha accolto il Sindaco con atteggiamento da branco e che ci siano stati addirittura spintoni"

Il sit in dello scorso mercoledì - Foto Fighera

Il sit in dello scorso mercoledì - Foto Fighera

Riceviamo e pubblichiamo:

"In merito alle dichiarazioni del sindaco Manuela Chioda pubblicate da Newsbiella il 29 maggio (leggi qui), procediamo con smentita puntuale e contestuale richiesta di pubblicazione. Al termine del consiglio comunale del 26 maggio il sindaco non è sceso in piazza ad incontrare i cittadini ma solo a seguito di insistenze della piazza, e su espressa richiesta di una rappresentanza dei manifestanti, il sindaco uscendo dal municipio per andare via si è soffermato 30 secondi a rivolgere due frasi ai cittadini.

Non corrisponde a verità che il sindaco non ha potuto spiegare le sue motivazioni in quanto la piazza l'ha accolta in religioso silenzio come testimoniano i video. È assolutamente falsa l'affermazione secondo cui la gente ha accolto il Sindaco con atteggiamento da branco e che ci siano stati addirittura spintoni. Le forze dell'ordine presenti e i video girati dalla piazza testimoniano che la protesta è ripartita solo a seguito dell'atteggiamento evasivo e liquidatorio del sindaco, ma si è sempre svolta in maniera rumorosa e mai violenta. Ricordiamo che manifestare in maniera pacifica il dissenso è un diritto riconosciuto dalla Costituzione. Farlo in maniera rumorosa è l'unico modo per attirare l'attenzione. Cercare di limitare e condizionare la libertà di espressione è un reato.

Il sindaco è in errore quando definisce il progetto un centro di raccolta cemento amianto. Ricordiamo che in Provincia di Biella è aperta una “Istanza rilascio giudizio compatibilità ambientale (D. Lgs. 152/06 e ss.mm.ii. art. 27 bis) e contestuale rilascio A.I.A. per installazioni I.P.P.C. (D. Lgs. 152/06 e ss.mm.ii.), originariamente presentata in data 16.05.2017 dalla “Acqua & Sole” S.r.l.; Milano per il progetto denominato: “Discarica monodedicata a materiale di costruzione contenente amianto e localizzato in regione Brianco” nel Comune di Salussola”; la definizione “discarica” è utilizzata dallo stesso proponente in tutti gli elaborati presentati. Anche sminuire la portata del progetto è un indurre la gente in errore.

Per quanto riguarda l’incarico al geologo dottor Beretta, nel verbale del consiglio comunale del 5 maggio agli atti è stato scritto che "è stato dato" incarico al professionista e non "avremmo dato". L'ennesimo tentativo di far credere che l'amministrazione comunale di Salussola sta facendo quando in realtà non ha assunto nessuna iniziativa concreta. Si è limitata a prendere documenti prodotti e pagati da altri di cui non siamo ancora certi ne farà un uso corretto.

Nella mattinata del 26 maggio il sindaco ha ricevuto solo alcuni ragazzi della Voce dei giovani e non l'esponente del Comitato Salussola Ambiente è Futuro nè il rappresentante dei genitori come erroneamente indicato nell'articolo; l'incontro con questi ultimi è avvenuto a termine del Consiglio Comunale con i manifestanti ancora in piazza ed era volto a tentare di ricomporre una frattura con la gente scontenta di non essere stata degnata di attenzione da parte del sindaco.

Durante l'incontro è stato chiesto alla maggioranza di uscire a tranquillizzare i cittadini e garantirgli che anche l'impossibile sarebbe stato fatto per fermare il progetto. È stato assicurato il silenzio della piazza e lo stop alla protesta cosa che è avvenuta in quanto all'arrivo del sindaco nessuna contestazione era in atto. Il sindaco ha però utilizzato quei momenti di quiete per dirigersi alla macchina e non per cercare un confronto e un'intesa con la popolazione che la stava attendendo. Tanto fugace è stata l’apparizione del indaco, che non capiamo come possa aver notato che c’erano pochi salussolesi dal momento che non si è soffermata nemmeno il tempo utile per guardarli in faccia”.

Comunicato Stampa Comitato Salussola Ambiente è Futuro - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore