/ EVENTI

EVENTI | 26 maggio 2021, 08:30

UBA, con la "SuperLuna" riprendono le attività in presenza

Stasera ad Occhieppo Inferiore l'avvistamento ad occhio nudo della Luna Piena vicina al perigeo, il punto dell'orbita più vicino alla Terra. Sabato 29 maggio "Il cielo in una stanza... senza più pareti" a Viverone

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Prove tecniche di eventi in presenza con Unione Biellese Astofili, che qiesta sera, mercoledì 26 Maggio, alle 21 all'Osservatorio “Giovanni Virginio Schiaparellii di Cascina San Clemente ad Occhieppo Inferiore, organizzata la serata della "SuperLuna", avvistamento ad occhio nudo della Luna Piena vicinissima al perigeo, il punto dell'orbita più vicino alla Terra.

“Assisteremo all'effetto spettacolare che si avrà al sorgere della Luna pochi minuti dopo le 21. – dice Flavio di UBA - Occorre NON ARRIVARE IN RITARDO! Poi l'effetto man mano diminuirà nonostante che la Luna resti grande, e verrà spiegato il perchè. Ma la si potrà osservare attraverso il telescopio ed il binocolo astronomico che verranno stazionati in area transennata n modo da regolare l'accesso ad una persona per volta. Gli oculari verranno disinfettati dopo l'osservazione di ciascuno.  Nel corso della serata ci sarà pure un collegamento live via Internet con l'Osservatorio Astronomico di Milano-Brera, dal quale alcuni astrofisici parleranno appunto dell'evento”.

Tre giorni dopo, sabato  29 maggio, alle 21 all'anfiteatro dell'azienda Pozzo di Viverone, ci sarà "Il cielo in una stanza... senza più pareti", la serata conclusiva del corso "Un po' di astronomia" 2020-21. “Un corso – spiega Flavio - che l'UBA ha "raddoppiato" rispetto agli anni passati, per supplire alla carenza degli incontri a causa dalla pandemia, e che si è snodato in ben 14 serate a partire da novembre scorso e che è stato magistralmente organizzato on line, "a distanza": un progetto che ha riscosso un nutrito interesse e gradimento”.

Durante "Il cielo in una stanza... senza più pareti" Agostino Giampietro parlerà della volta celeste, così come la si vede nelle sere limpide, descrivendo le costellazioni tra storia, scienza. letteratura, poesia e mitologia.  “Una serata "mitica" – dichiara Flavio - nel vero senso della parola, trasformata da una proiezione planetaria on line tra le mura di casa ad un planetario reale, visto dal vivo, in una cornice suggestiva come l'anfiteatro dell'azienda Pozzo di Viverone, in cima alla Serra, che prospetta sul lago. Preceduta, per chi lo desidera, da una merenda sc-noira alle 19:30 che l'azienda Pozzo avrà il piacere di servire, accompagnata dal vino di sua produzione, presso il punto di ristoro e vendita situato sulla Statale del lago, a pochi metri dalla "rotatoria con la vela". Per raggiungere l'anfiteatro, occorrerà fare qualche passo a piedi su sentiero sterrato: sono pertanto consigliate scarpe comode”.

“Queste serate – conclude Flavio – sono i primi due tentativi di riprendere l'attività "in presenza" che restano comunque legati alle disposizioni anti covid 19 (colore della Regione e restringimento del coprifuoco). Noi ce la metteremo tutta prevedendo l'attività all'aperto e con le cautele di temperatura, disinfezione e distanziamento del caso. Incrociamo le dita, nnonostante che sia un gesto che non si addice al campo scientifico.  E poi resta il meteo che è la nostra "spada di Damocle". Speriamo che in questi  giorni arrivi finalmente la Primavera!”

Alessandro Bozzonetti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore