/ POLITICA

POLITICA | 20 maggio 2021, 09:00

Funivie Oropa, Mosca: "2 milioni di euro disponibili già da un anno. Ora recuperati altri 20mila"

Il consigliere regionale della Lega fa chiarezza sulla posizione della Regione: "Fino ad oggi l'unica ad aver messo sul piatto soldi veri"

Foto di repertorio

Foto di repertorio

"A fronte delle dichiarazioni del vicepresidente della Provincia Emanuele Ramella Pralungo, che chiede maggiore impegno da parte della Regione, posso dire che ad oggi la Regione è l'unica che ha messo sul piatto soldi veri per la fondazione Funivie Oropa. Mi riferisco ai 2 milioni disponibili da un anno". 

A parlare è il consigliere regionale della Lega Michele Mosca, che traccia una linea sulla situazione attuale della questione Funivie. "Proprio martedì - commenta - a margine del consiglio regionale, l'assessore Ricca mi ha confermato che lunedì, attraverso una delibera di giunta, ha avviato il processo per realizzare l'accordo di programma tra regione e comune. L'accordo è volto ad accedere ai 2 milioni di euro destinati al rifacimento dell'impianto, in scadenza al 1° gennaio 2022, ed è bene che venga formalizzato al più presto affinché non si rischi di perdere questa cifra ad oggi disponibile".

In sostanza, questo accordo di programma permette al comune di Biella di ottenere il contributo ma per presentarsi in Regione per firmare l'accordo è necessario che la città abbia il diritto di superficie degli impianti della funivia, processo ad oggi in fase di ultimazione.

"Detto questo al momento c'è un altro problema, più attuale - prosegue il consigliere Mosca - come tanti, anche le funivie hanno sofferto a livello economico a causa del covid ma sin dalla scorsa settimana, quando il presidente Pirali mi ha informato dell'urgenza di ottenere circa 44mila euro, mi sono attivato su più fronti. Da un lato, affinché l'iter burocratico per il versamento di alcuni contributi per le stagioni invernali, in particolare quella del 2017/2018 e quella del 2018/2019, si sblocchi permettendo il versamento di una prima annualità, pari a circa 20mila euro; dall'altro ho fatto avere al presidente Pirali i documenti per partecipare a un bando regionale aperto da poco e gestito da una delle nostre società partecipate in Piemonte, in modo da avere più opzioni per far fronte alla carenza di liquidità della Fondazione. Sono operativo per cercare di andare incontro alle esigenze delle Funivie e questo è un lavoro che va avanti da più di un anno in collaborazione con i soggetti interessati".

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore