/ CRONACA

CRONACA | 13 maggio 2021, 06:50

"Chiudiamo per poter riaprire", anche a Biella la protesta silenziosa dei centri commerciali FOTO e VIDEO

Serrande abbassate e porte chiuse per 15 minuti: un gesto a fronte delle prolungate chiusure sancite dal governo nei fine settimana

"Chiudiamo per poter riaprire", anche a Biella la protesta silenziosa dei centri commerciali FOTO e VIDEO

15 minuti di silenzio e attività sospesa, serrande abbassate e porte chiuse. È la protesta silenziosa degli esercenti dei centri commerciali contro la chiusura nel weekend della maggior parte delle attività, andata in scena alle 11 di martedì 11 maggio.

Una protesta nazionale che ha visto le sue adesioni anche da parte di numerosi negozi del Centro Commerciale Gli Orsi di Biella e di poche attività della Bennet di Vigliano. L’iniziativa, che sul territorio italiano coinvolge 36mila negozi e 1300 centri commerciali, è promossa dalle associazioni del commercio, ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC–Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione, che chiedono l'immediata revoca delle misure restrittive vigenti. Il blocco, infatti, attivo da mesi e sancito dagli ultimi Dpcm, non è ancora stato rimosso nonostante l'ingresso del Piemonte in zona gialla. 

"Il governo - spiegano le associazioni di categoria - impedisce a migliaia di attività commerciali di lavorare nel weekend, ovvero nei giorni più importanti della settimana in termini di ricavi e fatturato". Un'azione collettiva da cui deriva un'unica richiesta lampante: chiudere per riaprire, reclamando il diritto a lavorare a pieno regime anche oltre i giorni feriali.

Redazione bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore