/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 13 maggio 2021, 06:50

Piedicavallo, riapre a Montesinaro storico alimentari a 9 mesi da tragedia: si chiamerà La Bottega di Monte

A gestirlo Monica Zen: “Il mio sogno? Far rivivere questo punto vendita così da offrire un servizio non solo alla comunità della Bursch ma anche ai tanti visitatori che raggiungono questa splendida vallata".

alimentari montesinaro

Pochi giorni d'attesa e finalmente torneranno a riaprirsi le porte dello storico negozio di alimentari di frazione Montesinaro, per anni vero punto di riferimento di Piedicavallo e dell'alta Valle del Cervo.

Nella giornata di sabato 15 maggio la piccola realtà riaccoglierà la sua clientela, a quasi 9 mesi dalla tragica scomparsa di Mauro Tarditi, lo storico titolare mancato prematuramente lo scorso agosto. A raccogliere il testimone Monica Zen, 46 anni, attuale vicesindaco della giunta Rosazza Prin, residente a Piedicavallo da 17 anni, insieme al marito Andrea e ai due figli, e con esperienze passate nel settore: prima all'Acquadro Dolciumi di Biella, poi al Ristoro della Valligiana di Rosazza. “Il mio sogno era di far rivivere questo punto vendita così da offrire un servizio non solo alla comunità della Bursch ma anche ai tanti visitatori che raggiungono questa splendida vallata – confida Monica Zen ai nostri taccuini -Speriamo che diventi ben presto anche un punto di ritrovo della cittadinanza”.

Il nuovo negozio prenderà il nome di La Bottega di Monte e presenterà alcune novità. “ L'ambiente interno è stato sistemato e avrà un nuovo look – sottolinea – ma il legame con la tradizione valligiana non verrà mai meno. Punteremo sui prodotti del nostro territorio; inoltre, ogni giorno saremo forniti di pane fresco per chiunque lo vorrà. Organizzeremo anche un servizio di spesa a domicilio per chi non ha la possibilità di muoversi”.

La notizia della nuova gestione è stata accolta positivamente in paese accrescendo la curiosità di tanti. “Sicuramente voglio mettermi alla prova – spiega – Mi è sempre piaciuto stare in mezzo alle persone, specialmente qui in Valle Cervo. Sono consapevole che subentro ad una persona che ha dato molto a questa comunità. Porterò avanti quel rapporto che aveva creato nel corso degli anni: sempre disponibile e con una buona parola per tutti. Da parte mia cercherò di essere me stessa andando oltre il semplice rapporto tra cliente e gestore, condividendo il mio modo di essere”.

g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore