/ POLITICA

POLITICA | 09 maggio 2021, 15:57

Consiglio comunale a Candelo, le prese di posizione di Candelo Città Possibile

Il capogruppo di Candelo Città Possibile Renzo Belossi

Il capogruppo di Candelo Città Possibile Renzo Belossi

Riceviamo e pubblichiamo:

"Consiglio comunale del 29 aprile: 4 ore di discussione riguardo il rendiconto di bilancio 2020, variazioni al bilancio 2021 e nuovo regolamento sul Canone unico patrimoniale e non solo...

Sul rendiconto 2020 abbiamo rilevato come la giunta Gelone continui ad avere un andamento certamente positivo sulla cassa, ma pensiamo che si potrebbe certamente avere un andamento di cassa meno alto e fare più investimenti per il paese durante l'anno.

Anche sul cosiddetto "fondone" ovvero il contributo destinato dallo Stato nel 2020 ai Comuni per far fronte ai minori gettiti e le maggiori spese dovute all'emergenza pandemica, ci aspettavamo più coraggio, visto che il Comune Candelo ha ricevuto complessivamente quasi 500.000,00 e ne ha spesi nel 2020 circa il 50%, quando invece si potevano spenderne di più per dare un aiuto alle attività economiche, produttive e del commercio e alla cittadinanza. Così non è stato e ora l'amministrazione dovrà scongiurare che lo Stato non chieda indietro questi soldi non spesi, perché altrimenti sarebbe una beffa e il colmo: più soldi a disposizione per Candelo ma non spesi.

Altro argomento affrontato è stata la questione SEAB, visto che nel rendiconto sono stati accantonati 125.000 Euro per la ricapitalizzazione della Società che gestisce i rifiuti e che oggi si trova in concordato preventivo (procedura fallimentare). Abbiamo chiesto se con questa ricapitalizzazione la Società si salverà e se riuscirà a garantire una adeguata continuità dei servizi sul territorio. L'assessore all'ambiente Di Lanzo, ha spiegato che la ricapitalizzazione non sarà affrontata da tutti i Comuni e sicuramente questo preoccupa, perché se non tutti i Comuni interverranno alcune quote societarie rimarranno "libere" e la Società si troverà con meno risorse. Insomma la situazione ci preoccupa e speriamo che fermamente che la Società possa tornare navigare in acque più tranquille, a recuperare i tanti insoluti e garantire i lavoratori e il servizio ai Comuni soci.

Sul nuovo regolamento sul Canone unico patrimoniale che va a unificare la tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP), il canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP), l’imposta comunale sulla pubblicità (ICP) e i diritti sulle pubbliche affissioni (DPA), il canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari (CIMP) e per le aree mercatali anche la tassa rifiuti, abbiamo rilevato come a nostro veder sarebbe stato meglio prevedere coefficienti per determinare il canone in modo uniforme per tutto il paese, visto che questi coefficienti possono essere modificati dal Comune ed inoltre ad oggi non sappiamo quanto i cittadini, con la nuova imposizione, pagheranno visto che non abbiamo potuto vedere in Consiglio Comunale, anche a livello esemplificativo, le proiezioni dei nuovi importi.

In ultimo il capogruppo Renzo Belossi, visto l'andamento della riunione non sempre lineare e non rispettosa del regolamento (non essendo la prima volta che accade), ha voluto fare un appello al Sindaco e a tutti i Consiglieri Comunali affinché i consigli comunali si possano svolgere, pur nel rispetto delle giuste prerogative e facoltà di intervento di ciascun consigliere, in un clima rispettoso del regolamento di funzionamento, dei tempi e di rispetto reciproco tra tutti i consiglieri, chiedendo al Sindaco Gelone - il quale è bene ricordarlo, svolge le funzioni di Presidente del Consiglio - di adempiere a pieno, con determinazione ed autorevolezza il proprio ruolo, visto che questa assemblea non è una riunione qualunque o esemplificando un incontro al bar, ma si tratta del principale luogo di rappresentanza democratica di Candelo e dei candelesi".

I Consiglieri comunali Renzo Belossi e Fabrizio Ceria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore