/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 05 maggio 2021, 12:30

Salussola si riunisce per la festa di San Pietro Levita nel ricordo di Carlo Cabrio

salussola cabrio

Foto di Claudio Vacca

La comunità di Salussola si è riunita domenica scorsa nella chiesa parrocchiale per prendere parte alla tradizionale festa del patrono San Pietro Levita. A celebrare la funzione eucaristica il parroco Lodovico De Bernardi di fronte ai fedeli presenti, opportunamente distanziati per le normative Covid.

Al termine della celebrazione dei vespri solenni, è stato consegnato il premio San Perulin all’associazione di volontariato del paese che in questo ultimo anno, con molto coraggio, dedizione e abnegazione ha servito tutti coloro che erano in difficoltà, soprattutto le persone anziane e gli ammalati, portando loro cibo, farmaci, e tutto quanto necessario.

Per l'occasione, il sindaco Manuela Chioda ha ricordato la figura di Carlo Cabrio, il compianto primo cittadino di Salussola scomparso lo scorso giugno a soli 64 anni: “L’anno scorso mise nell’urna del santo una pergamena di impegno per costruire un’edicola votiva dedicata a san Pietro Levita per scongiurare dai pericoli della pandemia e proteggere noi tutti da questa infezione. Uomo di grande fede con un pensiero costante, nonostante la malattia, la sua famiglia e il suo paese, legato tantissimo a questa ricorrenza che portava sempre nel cuore. Rinnovo idealmente la sua promessa ed appena si potrà porterò avanti quest’idea cercando di realizzarla, a memoria di questi momenti difficili e sofferti”.

In seguito il sindaco ha ringraziato “don Lodovico, la parrocchia, i suoi collaboratori che fanno sì che la chiesa sia una casa accogliete dove dialogare e riflettere con Dio sul nostro agire, la festa di san Pietro è un appuntamento importante per noi tutti. Ringrazio i priori di oggi, ma anche quelli passati che hanno cura di rendere questi giorni veramente speciali, quest’anno senza tanti fronzoli, ma con buone intenzioni e ringrazio sempre tutte le associazioni che rendono veramente una famiglia questo piccolo paese”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore