/ CRONACA

CRONACA | 04 maggio 2021, 08:30

Aggressione autista ATAP, l'appello dell'organizzazione sindacale Cambia-Menti m410

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Riceviamo e pubblichiamo:

"Da sempre attenti alla sicurezza nei luoghi di lavoro, non possiamo che provare enorme sconforto, preoccupazione e tristezza all’ennesima notizia di aggressione ai danni di un autista di ATAP avvenuta a Biella. Un episodio che lascia l’amaro in bocca per troppi motivi. Innanzitutto, è inaccettabile restare gravemente feriti durante lo svolgimento del proprio lavoro. In secondo luogo, l’aggressione è avvenuta perché il collega svolgeva la verifica dei titoli di viaggio con contestuale vendita a bordo ed un utente lo ha violentemente aggredito perché sfornito del biglietto e dei soldi per comprarlo.

E’ veramente legittimo che l’autista indifeso durante il servizio debba anche fare la verifica e la vendita dei titoli di viaggio a bordo? L’altro tema è quello a noi piu’ caro: quali misure di prevenzione sono state adottate per la tutela dell’incolumità dei lavoratori in servizio? Un quesito che rivolgiamo non piu’ solo ad ATAP ma anche alle province di Biella e Vercelli che dovrebbero intervenire in materia con attività di supporto e con nuove direttive politiche. Senza dubbio apprezzabile la proposta del consigliere comunale di Vercelli Michelangelo Catricalà sulla necessità di coinvolgere i vigili urbani in vario modo per garantire maggiore sicurezza a bordo dei bus. Staremo a vedere. Attendiamo senz’altro una risposta oltre ad interventi concreti e serii. Nel frattempo rinnoviamo la nostra più sentita solidarietà al collega rimasto ferito".

Comunicato Stampa Cambia-Menti m410 - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore