/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 22 aprile 2021, 09:10

Piemonte verso la zona gialla, ecco cosa può cambiare da lunedì

Nel Decreto di maggio resterà il coprifuoco alle 22.

via italia

Il Piemonte vede la zona gialla così come, dovrebbe avvenire, secondo le indicazioni del monitoraggio settimanale - che poi verrà confermato nella giornata di venerdì - anche per Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Umbria, Veneto e per le province di Trento e Bolzano. 

Intanto nella serata di mercoledì il Governo ha licenziato il nuovo Decreto che contiene le misure che, a partire da lunedì, verranno applicate in zona gialla, ma anche altre novità per scuole e spostamenti in zona arancione e rossa.

Resta confermato in tutta Italia il coprifuoco tra le 22 e le 5 del mattino. Si potrà pranzare e cenare nei ristoranti all'aperto. Si torna in classe anche nelle seconde e terze medie e nelle scuole superiori. La didattica in presenza n zona gialla e arancione è prevista per una quota di studenti compresa tra il 70% e il 100% (in zona rossa è dal 50% al 75%).

Spostarsi liberamente verso altre zone gialle. Andare al cinema, teatri, sale concerto, live club, con posti pre-assegnati distanziati di un metro. La capienza massima è pari al 50% dei posti disponibili e comunque fino a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.

Praticare all’aperto qualsiasi attività sportiva, anche di contatto. Saranno consentiti gli spostamenti anche tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o zona rossa con la certificazione verde, rilasciata a chi: ha completato il ciclo di vaccinazione, si è ammalato di Covid ed è guarito, ha effettuato test molecolare o test rapido con esito negativo nelle ultime 48 ore.

Dalla redazione di Vercelli - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore