/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 20 aprile 2021, 10:48

Dalla Fondazione CRB 400mila euro per il territorio

La Fondazione ha deliberato i contributi della prima sessione generale e della sessione erogativa eventi 2021.

Dalla Fondazione CRB 400mila euro per il territorio

Ammontano a 400 mila euro i contributi a Enti e Associazioni deliberati dalla Fondazione nel corso della prima sessione generale 2021 e della sessione erogativa eventi suddivisi in tutte le aree di intervento. Per la prima sessione erogativa generale sono state 82 le richieste pervenute dalle diverse associazioni che hanno presentato progetti per un valore complessivo di oltre 2 milioni di euro.

Nella valutazione dei progetti sono stati particolarmente valorizzati la capacità dei richiedenti di fare rete, l’efficacia delle soluzioni proposte e la coerenza con gli obiettivi e i programmi definiti oltre a vari altri indicatori quali indice di solidità delle iniziative, capacità di monitoraggio e comunicazione. Ogni richiesta poteva ricevere un contributo massimo di 10 mila euro.

Scorrendo il dettaglio dei progetti sostenuti emergono interventi importanti in tutti i settori con particolare attenzione a iniziative volte a favorire la ripresa dopo la pandemia.

Per quanto riguarda l’istruzione vanno segnalati i contributi di 8.500,00 euro all’Associazione Genitori Chiavazza per il progetto “Restiamo al c'entro”; 7.500,00 euro alla Cooperativa Tantintenti per il progetto “Fuori di classe!!! la didattica itinerante che rende liberi, annulla le differenze e non teme le distanze” e € 6.000,00 a Biella Cresce Acpd per il progetto per l'apprendimento della matematica: “conoscere per prevenire”.

Si tratta di progetti accomunati dal guardare a 360° ai bambini e ragazzi e che considerano centrali sia il potenziamento degli apprendimenti sia la dimensione di socialità della scuola la cui mancanza in questi mesi ha generato scompensi i cui effetti devono essere mitigati con azioni specifiche. Grande spazio sarà dato in alcuni casi all’attività fuori da scuola, come nel caso del progetto della Coop Tantintenti.

Nel campo dell’arte e della cultura che ha particolarmente sofferto per le prolungate chiusure causate dalla crisi sanitaria la Fondazione si è attivata per selezionare e sostenere progetti di rilancio che guardino alla creatività e all’arte come motori dello sviluppo. A questo proposito vanno segnalati come particolarmente coerenti il contributo di 9.500,00 euro a Innovaper Impresa Sociale di Torino per il progetto “Popularty - Biella città creativa Unesco” che mette al centro la vocazione creativa della città per azioni di sviluppo culturale particolarmente rivolte ai giovani.

È stato poi assegnato un contributo di 8.500,00 euro a Better Places Aps – Biella per il progetto “Hydro futuro - un progetto di ricostruzione” rivolto al rilancio dell’attività musicale dello spazio Hydro distrutto dalle acque del torrente Cervo e per il quale la Fondazione Pistoletto, proprietaria dell’immobile, ha avviato una raccolta fondi inserendo tra l’altro il progetto tra quelli presentati per il recovery plan.

I contributi sosterranno anche la ripartenza di attività ormai solide come “Pratiche di slancio” di Opificiodellarte, giunto alla terza edizione, che porta danza, teatro e musica di alto livello nella città e al quale è stato conferito un contributo di 7.000,00 euro.

Infine è stato assegnato un contributo di 6.500,00 euro al Club Alpino Italiano per la realizzazione del progetto “Orizzonte verticale” un percorso di avvicinamento al 150° anniversario del CAI che avrà luogo nel 2022. Il progetto racchiude i valori storici e culturali del Club Alpino che intreccia fortemente la sua storia a quella di Biella nominata “Città alpina dell’anno 2021”.  

Per quanto riguarda l’area sanitaria va citato il contributo di 5.000,00 euro alla Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori Associazione di Biella per il progetto di riabilitazione del pavimento pelvico. Si tratta di un importante sostegno riabilitativo per le persone che hanno affrontato la malattia oncologica in un contesto reso particolarmente difficile dal covid a causa del rallentamento di visite ed esami. La Fondazione con questo intervento contribuisce in modo concreto alla qualità della vita dei malati e delle persone più fragili.

Tra i settori più significativi storicamente per l’Ente spicca il Volontariato per il quale sono stati assegnati i contributi di euro 9.000,00 all’associazione Ricominciare – Biella per il progetto “Riflessi oltre il muro” per il reinserimento sociale dei detenuti attraverso l’arte e il lavoro.

Un contributo di 8.500,00 euro è stato destinato all’Associazione italiana assistenza spastici - sezione di Biella per il progetto “Uscire dall'isolamento”. Si tratta di un’iniziativa di sostegno ai malati e alle loro famiglie particolarmente importante in un momento in cui il lockdown ha acuito i problemi di assistenza generando problematiche nuove e regressioni causate dalla rottura o modifica delle routine di cura.

La Fondazione ha assegnato un contributo di 7.000,00 euro a Underground Associazione di Volontariato - Biella per il progetto “Il cappotto di Robespierre”. Lanciato ormai tre anni fa il progetto conta su una rete di aziende e associazioni che, insieme, promuovono la possibile connessione tra generosità, dignità, competenza e responsabilità.

Lo scopo del progetto è duplice: da un lato migliorare l’offerta, per tipologia e qualità, di abbigliamento, calzature e accessori nuovi utili alle famiglie e persone in condizione di povertà che vivono nel Biellese, dall’altro aiutare le associazioni locali ad alleggerire il carico di lavoro affinché possano concentrarsi più sulla relazione con le persone che sulla raccolta dei beni. Un modello di software gestionale innovativo applicato alla beneficenza.

Nel campo dello Sviluppo locale la Fondazione ha sostenuto progetti molto diversi tra loro ma tutti accomunati dall’obiettivo di valorizzare i punti di forza del territorio per favorirne lo sviluppo. Tra quelli più significativi spiccano il sostegno di 8.500,00 euro al Wwf Oasi e Aree Protette Piemontesi per lo svolgimento dell’attività 2021 del giardino botanico di Oropa, geosito del monte Mucrone e biblioteca nella natura al parco.

L’intervento si colloca in un’ottica più ampia di mantenimento e divulgazione di servizi importanti collegati alla valorizzazione della Conca di Oropa come attrattore turistico con particolare attenzione all’anno della V Incoronazione che dovrebbe generare interessanti flussi verso il Biellese.

Un contributo di 8.500,00 euro è stato assegnato alla Cooperativa Sociale Raggio Verde, da sempre impegnata nella promozione di prodotti bio, a km 0 ed equosolidali per il progetto Community delivery a favore della collettività.

Infine la Fondazione ha assegnato 5.500,00 euro alla Delegazione Fai di Biella per la valorizzazione tracciato trenino Biella-Oropa; si tratta di un progetto visionario e molto impegnativo destinato a ricostruire parte della tramvia Biella-Oropa per trasformarla in un’attrattiva turistica oltre che in un progetto innovativo di mobilità sostenibile. Il contributo della Fondazione permetterà al Fai di avviare le prime indispensabili azioni di comunicazione del progetto.

“Con questa tranche di contributi la Fondazione conferma il proprio impegno a 360° per lo sviluppo del Biellese – commenta il Presidente Franco Ferraris – il Consiglio di Amministrazione ha saputo mettere a punto strategie e valutazioni adatte ai tempi e stanziare risorse opportune affinché i contributi della Fondazione siano linfa vitale per Enti e Associazioni che capillarmente le diffondono sul territorio fino a raggiungere chi ne ha necessità. C’è un tempo per la raccolta e un tempo per la semina, l’auspicio è davvero che questi contributi, in tutti i settori, possano favorire la rinascita del territorio dopo questo lungo inverno di pandemia. La Fondazione osserverà con attenzione la nascita e lo sviluppo di queste iniziative che sono segno di speranza nel futuro. Un grazie speciale va agli Enti che le hanno proposte e che hanno continuato a lottare per portare avanti la propria azione nonostante le molte difficoltà”.

E mentre una sessione erogativa si chiude un’altra si apre: dal 1° aprile al 25 giugno 2021 sarà infatti aperta la Seconda Sessione Generale Progetti che in via straordinaria è stata aperta a tutti gli istituti scolastici della provincia per la presentazione di progettualità presenti nel PTOF e non rientranti nel bando specifico “Scuola+” finalizzato invece a progettualità specifiche.

Per quanto riguarda la sessione erogativa invernale relativa agli eventi, a causa dei divieti imposti dalla pandemia, sono pervenute solamente 5 richieste da associazioni che operano nei settori statutari della Fondazione. Il costo dei progetti presentati ammonta a € 31.792,00 e la richiesta di finanziamento alla Fondazione è stato pari a € 11.466,00.

Una situazione di oggettiva difficoltà da parte degli enti biellesi che potevano richiedere un contributo massimo di € 3.000,00 e che, considerata la situazione particolare e la qualità dei progetti presentati, ha portato la Fondazione ad accogliere tutte le domande per un importo di 10 mila euro. 

Tra i progetti più significativi vanno citati i 2.500 euro assegnati all’associazione “Turismo In Langa”, per la manifestazione “Le verità sul vino al Castello di Verrone 2021” e i due contributi sempre di 2.500 euro cadauno a A.s.d. G.s.a. Pollone, per l'organizzazione della 20° edizione “Biella-m.te camino, memorial Marco e Paolo Cavagnetto” e alla Società Ginnastica La Marmora-asd per l'organizzazione di gare di ritmica a livello interregionale e regionale, una gara regionale di nuoto per disabili ed il galà olimpico. 

L’apertura della Seconda Sessione Eventi, per la quale si attende un maggior numero di domande in virtù dell’allentamento delle misure di distanziamento sociale, è fissata dal 1° aprile al 25 giugno 2021. 

Comunicato Stampa Fondazione CRB - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore