AL DIRETTORE - 18 aprile 2021, 06:50

L'opinione di Alessandro Vignola: "Tutti dobbiamo riaprire, ma con regole ferree"

Il parrucchiere titolare di Alta Moda a Biella: "Riapriamo gradualmente e seguendo nel dettaglio le regole: non sappiamo per quanto tempo durerà ancora questa situazione, ma nel frattempo impegniamoci a lavorare in tutta sicurezza"

Alessandro Vignola e il suo staff di Alta Moda

Alessandro Vignola e il suo staff di Alta Moda

Finalmente dopo tanto tempo, tanta sofferenza e tante pene, martedì abbiamo riaperto. È una gioia poter notare il piacere della gente di tornare a farsi belli e a chiacchierare passando del tempo con noi. Ma il mio pensiero e dispiacere va a quelle categorie di amici, colleghi, imprenditori, artigiani e ristoratori che non possono ancora aprire le loro attività. Il mio pensiero va a coloro che hanno manifestato a Roma, anche se con modalità talvolta non condivisibili, per sostenere un diritto universale a tutti gli uomini: quello del lavoro. È importante riaprire, altrimenti a livello psicologico e morale finiremo a terra.

Ultimamente si sta discutendo molto sui vaccini, sulla campagna o sulle dosi mai arrivate a destinazione, ma dobbiamo metterci in testa che con questo ci dovremo convivere. Perciò sì alle riaperture, ma con regole ferree che ognuno deve rispettare, così come è stato in Cina (leggi qui) dove tutte le attività sono rimaste chiuse per poi riaprire regolarmente, o come accaduto a Londra, dove attualmente il lockdown è cessato, o in tanti altri Stati europei e non, dove la normalità sta tornando piano piano ad essere quotidiana. Riapriamo gradualmente e seguendo nel dettaglio le regole: non sappiamo per quanto tempo durerà ancora questa situazione, ma nel frattempo impegniamoci a lavorare in tutta sicurezza.

Alessandro Vignola

Ti potrebbero interessare anche:

SU