/ CRONACA

CRONACA | 15 aprile 2021, 06:50

Bel gesto Auser Valsessera, donata una carrozzina alla piccola Nour di 4 anni: ecco la sua storia

La piccola abita a Crevacuore e non cammina fin dalla nascita. “Il giorno della consegna era felice – confida il presidente Chioso - Momenti come questi riempiono i cuori di gioia incredibile”.

carrozzina crevacuore

Da sinistra Paolo Chioso e la piccola Nour

Una carrozzina per una bambina di 4 anni impossibilitata a camminare fin dalla nascita. Questo il regalo che i volontari dell'Auser Valsessera hanno recapitato nei giorni scorsi alla piccola Nour Mhar di Crevacuore, alla presenza dei suoi genitori e del sindaco Ermanno Raffo. Un dono visibilmente apprezzato dalla giovanissima che ora potrà muoversi in modo autonomo fino alla scuola materna del paese. Non è la prima volta che l'Auser sale agli onori della cronaca per simili iniziative.

“Con l'avvio del nuovo anno scolastico avevamo chiesto agli istituti scolastici se c'era necessità di materiale per gli studenti – racconta il presidente Paolo Chioso – Stesso discorso lo abbiamo rivolto ai sindaci della Valsessera: volevamo sapere se c'erano situazioni particolari su cui intervenire. Per fortuna, accogliamo sempre molte offerte e li utilizziamo sempre a favore delle nostre comunità. Il nostro appello è stato raccolto dal sindaco Raffo di Crevacuore, che ci ha permesso di conoscere la dolcissima Nour. Una bambina piena di vita che ci ha profondamente colpiti fin dal nostro primo incontro”.

Da lì l'idea di procurarle una nuova carrozzina. “Purtroppo non ne aveva una a casa della sua misura – sottolinea Chioso – Così ci siamo rivolti al centro “Erba Medica” di Varallo, studio ortopedico specializzato in questo settore, che ha prontamente realizzato una carrozzina super leggera, antiribaltamento, su misura e con colori personalizzati”.

La consegna è avvenuta mercoledì scorso, direttamente a casa della piccola. “Nour era appena arrivata da scuola e non ci voleva credere – confida Chioso – Era davvero felice: vedendo quel dono ha voluto subito provarla e farci un giro. Personalmente mi sono commosso. Momenti come questi riempiono i cuori di gioia incredibile. Sono contento che il gesto sia stato apprezzato dalla famiglia”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore