SPORT - 14 aprile 2021, 18:41

Running, al via la Biella-Graglia: Iscrizioni chiuse a quota 350, ma resta la lista d'attesa

Coloro che sono già certi di rinunciare alla gara devono comunicarlo entro le 24 di giovedì 15 aprile, in modo da permettere agli organizzatori di ripescare qualche atleta rimasto escluso a causa del limite nelle iscrizioni imposto dalle norme

Running, al via la Biella-Graglia: Iscrizioni chiuse a quota 350, ma resta la lista d'attesa

Sono 350, come previsto dalle norme anticovid, gli atleti al via della Biella-Santuario di Graglia, corsa podistica competitiva organizzata dal Gaglianico '74 e fissata in calendario per domenica 18 aprile. Già dai primi giorni di apertura delle iscrizioni, la 18ª riedizione della manifestazione ha racconto oltre un centinaio di iscritti, fino alla chiusura delle preadesioni nei giorni scorsi. Nonostante il limite dei partecipanti, gli organizzatori hanno voluto creare una lista d'attesa per gli atleti che sono rimasti fuori dalle iscrizioni, in modo da poterli inserire in caso qualcuno si ritiri.

"A coloro che sono già certi di rinunciare alla gara - scrivono sui canali ufficiali i membri del Gaglianico '74 - chiediamo cortesemente di comunicarlo via mail (all'indirizzo vc008@fidal.it, ndr) entro le 24 di giovedì 15 aprile. Gli eventuali ripescati verranno contattati telefonicamente e nella giornata di domenica sul sito verrà pubblicata la lista completa degli iscritti".

Il record maschile dell'attuale percorso, in vigore dal 2015, appartiene a Paolo Gallo che nello stesso anno ha concluso gli 11,3 chilometri di tracciato in 41'37". Con lui sul podio all-time anche Francesco Grullo (vincitore nel 2019 in 41'56") e Ivo Aimone (vincitore nel 2016 in 43'12"). Il miglior biellese è Massimiliano Barbero Piantino, secondo nel 2019 in 43'46".

Tra le donne il record della gara è della beniamina biellese Valeria Roffino, portacolori delle Fiamme Azzurre, vincitrice nel 2019 in 47'52". Su questo podio all-time anche la 2ª e la 3ª di quella edizione, ovvero Nadia Re (49'49") e Katarzyna Kuzminska (50'41"). Nelle classifiche all-time dell'attuale percorso non sono contemplati i risultati del 2017 in quanto in quell'occasione, causa lavori stradali, c'èra stata una importante deviazione all'interno del comune di Graglia. Di seguito tutti i dettagli della corsa.

 

 

Partenza

Per ridurre al minimo gli assembramenti sono state fissate due partenze: alle 9,45 partiranno tutte le donne e i master uomini da M55 in poi, alle 10 sarà invece la volta di tutti gli iscritti fino alla categoria Master 50. "In questo modo avremo due partenza con circa 170/180 atleti e sarà altamente spettacolare vedere le migliori donne lottare tra loro e non in mezzo a gruppi di uomini" commentano dal Gaglianico '74.

Ritiro pettorale e pagamento

La segreteria gare sarà aperta dalle 8 a poco prima della partenza, fissata in piazzale Casalegno. Al ritiro del pettorale sarà necessario pagare in contanti la quota di iscrizione. Oltre ai prodotti che gli atleti troveranno nel pacco gara, ci sarà anche una medaglia commemorativa in legno che gli organizzatori hanno pensato di regalare come ricordo ad ogni finisher della gara.

Ritiro e trasporto borse

Ad ogni atleta verrà fornita una borsa in cui poter inserire i ricambi, che verrà trasportata al traguardo dagli organizzatori grazie alla collaborazione del Gs Graja. Un'azione necessaria in base alle normative vigenti, che prevedono che gli organizzatori non possono accettare le borse personali degli atleti. Il servizio funzionerà sino alle 9.15.

Ristori

E' previsto un ristoro esclusivamente idrico in località Muzzano intorno al 7° chilometro. Verranno fornite bottigliette di acqua chiuse. Al traguardo vi sarà un altro ristoro di sola acqua: "purtroppo le normative anticovid non ci permettono di organizzare il solito rinfresco finale - commentano gli organizzatori - ma troverete dei buoni prodotti del territorio all'interno del pacco gara.

Norme anticovid

E' necessario compilare il modulo Covid pubblicato sul sito del Gaglianico '74. A tutti sarà misurata la temperatura, a cura della delegazione provinciale della Croce Rossa Italiana. In fase di partenza, per i primi 500 metri, gli atleti dovranno indossare la mascherina, che durante la corsa deve essere conservata per poi essere reindossata subito dopo l'arrivo. Anche durante il riscaldamento è obbligatorio mantenere la mascherina correttamente indossata. In fase di partenza, inoltre, gli atleti dovranno mantenere la distanza di sicurezza.

Zona arancione

Il Piemonte è tornato da poco in zona arancione ma nulla cambia rispetto a prima per gli atleti: la gara, essendo approvata dal Coni e dalla Fidal come manifestazione competitiva di interesse nazionale, è autorizzata qualsiasi sia il colore della zona. Tutti i partecipanti, da qualsiasi città d'Italia provengano, sono autorizzati a partecipare ad eventi di questo tipo ed è sufficiente scriverlo nell'autocertificazione per gli spostamenti.

Redazione bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

SU