COSTUME E SOCIETÀ - 09 aprile 2021, 06:50

La storia dell’assessore di Occhieppo: “Nel tempo libero pulisco torrenti dai rifiuti abbandonati”

Marco Baietto di Occhieppo Inferiore si è messo all’opera nella cura dell’ambiente da 6 mesi: “Dopo l’alluvione di ottobre, l’acqua ha portato a valle molta immondizia. Non potevo starmene a guardare e ho deciso di agire”.

storia occhieppo

“Era da tanto tempo che non si vedevano così tanti rifiuti abbandonati nel Biellese. La gente si è stufata e, francamente, anche io. Per questo, nel mio tempo libero, ho deciso di rimboccarmi le maniche e rimuovere tutta la spazzatura che trovo lungo i corsi d’acqua del paese”. Parola dell’assessore all’Ambiente di Occhieppo Inferiore Marco Baietto che, da circa 6 mesi, si è messo all’opera nella cura e salvaguardia dell’ambiente. Spontaneamente, un paio d’ore quando famiglia e lavoro lo consentono, con l’aiuto di amici e volontari. 

“L’alluvione dello scorso ottobre ha trascinato a valle quantitativi importanti di rifiuti – racconta Baietto - Nei giorni successivi all’ondata di maltempo, abbiamo notato immondizia disseminata sulle rive del torrente, in mezzo ai boschi, ai lati del tratto fluviale. Non potevo starmene a guardare e ho deciso di agire, insieme ad altri”. Incredibile ciò che ha ritrovato in appena 200 metri lungo l’Oremo. “Ho riempito circa 14 carriole: c’era davvero di tutto – afferma – Plastiche di vario genere, sacchetti, borse, tessuti, filati, materiali non biodegradabili, ferro, cavi, tubi, materiali edili e molto altro”. 

L’azione dell’assessore non è passata inosservata e molti si sono complimentati, accentuando la sensibilità dei cittadini. “Le persone hanno preso coscienza che le azioni quotidiane di cura della natura e dell’ambiente circostante sono fondamentali per il nostro futuro e delle generazioni che verranno dopo di noi – sottolinea Baietto – Proprio per questo, lo scorso marzo era in programma una giornata di pulizia dei nostri torrenti insieme alla popolazione e alle associazioni del paese ma a causa del maltempo si è dovuto rinviare l’evento. Poi è tornata la zona rossa e tutto si è fermato, compresa la mia azione. Non appena le condizioni generali lo consentiranno, con il passaggio di colore della nostra regione, tornerò ad operare e magari proveremo ad organizzare questo appuntamento”.

La storia dell’assessore Baietto è solo l’ultima di una lunga serie di iniziative volte a mantenere pulito il nostro territorio. Solo nell’ultimo mese sono stati tanti i casi virtuosi registrati in varie parti del Biellese, come a Vigliano Biellese (leggi qui e clicca qui), Roppolo (leggi qui), Gaglianico (leggi qui), Masserano (leggi qui) e Biella (leggi qui).  

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

SU