/ Circondario

Circondario | 07 aprile 2021, 18:30

Candelo, in consiglio bocciate mozioni e interpellanze del gruppo di Veronese

Il capogruppo di Candelo per Tutti: "Ancora una volta l’Amministrazione di Candelo non è stata capace di votare a favore di qualcosa che non sia farina del suo ciclostile"

Candelo, in consiglio bocciate mozioni e interpellanze del gruppo di Veronese

Riceviamo e pubblichiamo:

"In discussione, su insistenza del nostro Gruppo Consiliare, mozioni e interpellanze da mesi lasciate a prender polvere. Ancora una volta, l’Amministrazione di Candelo non è stata capace di votare a favore di qualcosa che non sia farina del suo ciclostile e che abbia una lungimiranza più ampia della falcata di un lepidottero. Alla nostra richiesta di convocare ad un tavolo i proprietari degli esercizi commerciali e i residenti della piazza, nonché i Gruppi di Minoranza, per firmare un protocollo condiviso che regoli la sosta, il Sindaco, dopo una illuminante lezione sulle norme del Codice della Strada, ha risposto che nessuno si deve lagnare perché il dado fu tratto nel 2015 quando furono definiti gli spazi; i residenti dovrebbero ringraziare il Comune che consente loro di parcheggiare nell’area privata ex Rosminiane; quindi, in buona sostanza, che gli utenti della piazza si devono arrangiare. Anzi, è parso di comprendere che il Sindaco lavorerà per chiudere la piazza al traffico come premio per i dissidenti e dono al paese, magari prima di fine mandato.

Non ha avuto miglior sorte la richiesta di dedicare un ufficio o quanto meno del personale specialistico alla gestione delle pratiche di tutela dei cittadini beneficiari delle misure della Amministrazione di Sostegno, della Tutela e della Curatela. Qui, nonostante la frammentarietà di prassi e i non uniformi livelli di competenza degli Assessori preposti, con ritardi e errori che ricadono proprio su quei soggetti che le norme si prefiggono di proteggere, senza tacere le figure professionali di volta in volta interpellate che si sono ritrovate volenti o nolenti a lavorare pro bono per quegli Assessori, ancora una volta Candelo si distingue per ottusità, scegliendo di proseguire su una strada che non tarderà a coinvolgere il Comune in azioni di responsabilità, con ripercussioni sulle casse comunali. Concludiamo dicendo che ci siamo annotati in agenda la frase del Sindaco “Noi rispettiamo le regole”, sperando che si tratti di un proposito per il futuro, dato che quanto visto sino ad oggi milita semmai in senso contrario".

Elettra Veronese - Capogruppo Candelo per tutti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore